rotate-mobile
Attualità

Radioamatori italiani riuniti a Perugia per l'assemblea nazionale nel 150esimo della nascita di Guglielmo Marconi

Il capoluogo umbro per due giorni diventa la capitale dei radioamatori

Si svolgerà domani, sabato 18 maggio, a Perugia l’assemblea nazionale dell’Associazione Radioamatori Italiani (ARI), alla quale interverranno, oltre al Consiglio Direttivo Nazionale e al Collegio Sindacale Nazionale, delegati da tutte le regioni. L’evento è organizzato dall’ARI e dalla sua Sezione di Perugia.

In occasione dei 150 anni dalla nascita di Guglielmo Marconi l’Assemblea discuterà temi molto interessanti per il futuro dei radioamatori in tutta Italia. Nel pomeriggio i lavori proseguiranno con la Convention HF ARI.

Numerosi i relatori che condivideranno con radioamatori provenienti da tutta Italia le loro esperienze di attività radio svolte in diversi angoli del mondo, dall’isola francese di Clipperton nell’Oceano Pacifico a Sant’Elena, dove Napoleone fu mandato in esilio, fino alle isole di Capo Verde.

Si discuterà anche di nuovi progetti i, quali la Scuola di “Contest”, gare fatte in radio, a complemento delle Olimpiadi della Radio che si sono svolte lo scorso anno in Italia, che consentirà a giovani e nuovi radioamatori di essere formati da esperti “contesters” di fama mondiale.

Non può mancare, in occasione dei 150 anni di Guglielmo Marconi, l’intervento del Coordinamento delle Stazioni Marconiane Italiane che si occupa di far continuare a trasmettere da quei luoghi dove all’epoca Guglielmo Marconi condusse importanti e fondamentali esperimenti per la sua invenzione, che oggi tutti noi utilizziamo nei nostri smartphone, nel wi.fi, ecc.

Si parlerà anche di ATV, trasmissione di segnali televisivi con mezzi amatoriali, attività svolta da diversi radioamatori in tutto il mondo e per chi ama viaggiare nel mondo ci sarà pure una sessione di esami, alla presenza di esaminatori certificati dalla FCC (la Commissione Federale per le Comunicazioni negli USA) per poter conseguire la patente da radioamatore valida sul territorio americano.

Domenica 19 sarà la volta della Convention VHF & UP ARI dove si discuterà di come stazioni che operano dal centro della Foresta Nera in Germania, piuttosto che dalla Corsica, riescano a realizzare in poco tempo moltissimi collegamenti con tutta Europa su frequenze radio che di norma hanno una portata limitata.

Sarà invece un radioamatore perugino, assisano a dire il vero, ad illustrarci il software che ha realizzato per ricevere deboli segnali radio provenienti dalle galassie utilizzando attrezzature a bassissimo costo.

Centinaia i radioamatori in città provenienti da tutta Italia e non solo, saranno presenti anche autorità locali e ministeriali.

convention radioamatori

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Radioamatori italiani riuniti a Perugia per l'assemblea nazionale nel 150esimo della nascita di Guglielmo Marconi

PerugiaToday è in caricamento