menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

All’asilo nido comunale di Deruta il rispetto per l’ambiente si impara giocando

Progetto educativo di Polis "Dalla tavola alla tavola" per sviluppare nei bambini una sensibilità ambientale e sociale attraverso l’apprendimento di comportamenti virtuosi

“Dalla tavola alla tavola” è il progetto di educazione ambientale pensato da Polis cooperativa sociale per i bimbi dell’asilo comunale di Deruta, per imparare il rispetto per l’ambiente giocando.

L'intervento educativo progettato e realizzato dall'équipe educativa del nido, afferente alla Rete Lilliput e gestito dalla cooperativa Polis con la coordinatrice pedagogica, intende sviluppare nei bambini una sensibilità ambientale e sociale attraverso l’apprendimento di comportamenti virtuosi a partire da gesti semplici: dopo mangiato, infatti, i bambini svuotavano i loro piatti dagli avanzi di cibo, cimentandosi in un’attività ecologica sotto forma di gioco simbolico. I piccoli hanno realizzato, guidati dall’equipe educativa, contenitori per la plastica e per la carta sui quali sono stati attaccati oggetti nei singoli materiali per renderli più riconoscibili, in modo da consentire ai bambini, in completa autonomia, di imparare a collocare i diversi materiali nei giusti contenitori.

Vicino a questi contenitori è stato posizionato anche un composter messo a disposizione dalla Servizi igiene ambientale.

“Il progetto di educazione ambientale ed alimentare dell' asilo nido comunale di Deruta ‘Dalla tavola alla tavola” è un progetto fortemente in linea con quanto realizzato dall’amministrazione comunale di Deruta sul tema della sostenibilità – ha detto Maria Cristina Canuti, assessore alle politiche sociali - Il Comune già nel 2017 appena insediata l’amministrazione Toniaccini, ha presentato il progetto ‘I venerdì dello sviluppo sostenibile’ con una serie di conferenze volte a sviluppare la strategia per rendere concreti i 17 obiettivi dell'agenda 2030. Questo intervento educativo, presentato dalla cooperativa Polis è volto a realizzare nei nostri piccoli una sensibilità ambientale e sociale di grande rilevanza”.

“In questi anni il tema dell’ecologia e della natura è sempre più presente nelle nostre vite, osservare l’alternanza delle stagioni, i mutamenti e le trasformazioni di un processo di crescita di un seme piantato nella terra, aumenta la consapevolezza di quanto sia potente la natura e di come anche bambini così piccoli possano prendersi cura di un eco sistema sostenibile – ha affermato Francesca Censini, coordinatrice pedagogica dell’asilo nido comunale di Deruta - Lavorare con la terra permette di avvicinarsi all’elemento che è la base di sostentamento per la nostra vita, un approccio ludico e coinvolgente permette di comprendere e acquisire il rispetto perciò che ci circonda imparando a ridurre gli sprechi ed essere grati di quello che si possiede. Grazie al progetto ‘Dalla tavola… alla tavola’ tutto questo può essere attivato e interiorizzato in ogni bambino e adulto che si avvicina alla natura”.

“Questo progetto ci ha dato modo di introdurre una nuova e preziosa routine nella nostra quotidianità al nido, permettendoci di sensibilizzare i bambini al rispetto dell’ambiente in un modo anche giocoso – ricordano le educatrici dell'équipe educativa del nido della Rete Lilliput Cooperativa Polis - Inizialmente abbiamo realizzato i nostri contenitori della plastica e della carta, colorando insieme a loro degli scatoloni sui quali abbiamo poi attaccato esternamente oggetti di plastica o pezzi di carta per renderli più riconoscibili. I bambini quasi da subito e in completa autonomia, hanno imparato a collocare i diversi materiali nei giusti contenitori. Vicino a questi si è inoltre pensato di posizionare anche una piccola pattumiera per rifiuti organici: dopo mangiato i bambini vi svuotano i loro piatti dagli avanzi di cibo, cimentandosi in un’attività ecologica sotto forma di gioco simbolico”.

Il progetto è stato arricchito da un ulteriore elemento di sostenibilità ambientale con la produzione di composto organico, frutto della raccolta quotidiana di avanzi di cibo da parte dei bambini con le educatrici. Il composto, inserito in una compostiera, messa a disposizione dalla Sia, renderà più fertile il terreno e servirà a concimare con il tempo gli ortaggi piantumati dai bambini.

Lunedì 26 aprile, alla presenza degli assessori Maria Cristina Canuti e Rodolfo Nardoni, è stato organizzato nel giardino del nido un laboratorio esperienziale in occasione della consegna della compostiera. Per la Sia era presente Stefano Lollaio, responsabile comunicazione e rapporti con i Comuni e Raffaella Todini, funzione di gestione rifiuti. Insieme all’equipe educativa hanno organizzato letture drammatizzate, percorsi sensoriali e permesso il deposito di tutti i residui di cibo da parte dei bambini nel composter, in un viaggio magico che da oggi in poi partirà dalla tavola ed arriverà….alla tavola!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento