rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità

Fra le caricature di Angelo Buonumori, in esposizione alla Misericordia di via Oberdan, anche il ritratto del nostro Inviato Cittadino

Fra le caricature di Angelo Buonumori, in esposizione alla Misericordia di via Oberdan (Alla Misericordia di via Oberdan la mostra di Angelo Buonumori “Facce da virus. 112 ritratti veloci ai tempi del covid”), anche il ritratto del nostro Inviato Cittadino, Sandro Allegrini.

Insieme all’immagine in pagina, vi proponiamo il contributo fornito da Sandro al catalogo della mostra.

“Caricature… non caricate. Narrazioni tra fisiognomica (non lombrosiana!) e parvenze di ordinaria quotidianità, quelle proposte da Angelo Buonumori in questa strepitosa galleria di ritratti.

Raccontare un modo di essere, o meglio di proporsi. Senza la pretesa di cogliere i pirandelliani “centomila” alternativi all’ “uno”… o al “nessuno”.

Ritratti di quando il soggetto non si “ritrae”. Ridotti all’essenziale, dove una parte racconta il tutto. Una sineddoche grafica, insomma.

Ma che non fa ridere. Diversamente dalla corriva ordinarietà del “caricare” che significa esaltare, molto (troppo?) spesso, un difetto fisico. Puntando sull’accentuazione di un tratto. Anche con un filo di cattiveria, spacciata per satira. Angelo cerca invece le caratteristiche, o almeno quelle essenziali, che ci fanno apparire come gli altri (e lui fra essi) ci vedono.

Quale lo scopo di questo lavoro? Dimostrare che con l’età, la classe, l’esperienza, si matura la capacità di cogliere il sostanziale. E si è in grado di raccontarlo. Senza acrimonia, ma con un filo d’ironia. Se si vuole, perfino di complicità.

Il complice del “delitto” è, insomma, lo stesso effigiato. Che non si adonta, anzi si compiace della circostanza che lo pone – nel suo quarto d’ora di celebrità – al centro dell’attenzione di Angelo. Da sempre artista smisuratamente misurato.

Dunque non “caricature caricate”, ma parodie. PARODIA nel senso etimologico di “diverso cantare”. Che non significa tirarsi fuori dal coro, ma svolgere una linea armonica diversa e complementare. Esaltazione puntuta e garbata, insomma, non contraffazione della diversità.

Un singolo elemento citazionale basta a denotare e connotare una persona. O meglio: una personalità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fra le caricature di Angelo Buonumori, in esposizione alla Misericordia di via Oberdan, anche il ritratto del nostro Inviato Cittadino

PerugiaToday è in caricamento