Attualità

Art Bonus, il regalo di due medici (ed ex studenti Unipg) alla città: finanziato il restauro di Porta della Palombetta

Massimo Piccirilli e la moglie Patrizia D’Alessandro hanno finanziato il restauro della porta di via Pascoli

Il progetto Artbonus Perugia e la città di Perugia, vincitrice per la seconda volta del concorso nazionale Artbonus Progetto dell’anno 2020 con la Fonte di San Francesco di Ponte San Giovanni, si arricchisce di due nuovi mecenati: Massimo Piccirilli e la moglie Patrizia D’Alessandro. 

La coppia di medici, che ha studiato a Perugia, ha deciso di donare con Art Bonus per la Porta della Palombetta. 

Massimo Piccirilli, laureato in Medicina e Chirurgia con lode e specializzato in Neurologia e Psichiatria presso l’Università di Perugia, è stato promotore e organizzatore del primo centro regionale di diagnostica e riabilitazione neuropsicologica e fino al 2007 Responsabile dell’Unità di Riabilitazione Cognitiva, mentre la moglie, Patrizia D’Alessandro, specialista in Neurologia, ha svolto importanti attività cliniche come medico dirigente, responsabile del Modulo di Day Hospital presso l’Unità di Neurofisiopatologia e  coordinatrice della Lega Italiana contro l’Epilessia per la Regione Umbria. 

Entrambi medici, laureati all’Università di Perugia, hanno incontrato il team Artbonus Perugia al Comune di Perugia nelle settimane scorse e hanno dimostrato interesse al restauro della Porta della Palombetta perché quel luogo ricorda i loro anni a Perugia e gli studi effettuati presso i Dipartimenti universitari in Via Pascoli. 

La somma donata dai mecenati, 18.500 euro, verrà impegnata per il  restauro e il riuso della Porta della Palombetta, una piccola porta medievale situata nel torrione di destra dell’arco della Conca, visibile scendendo da via Pascoli.

La redazione del progetto di restauro e di successivo esame della Porta della Palombetta e dell’Arco della Conca, bene Artbonus in attesa di altri mecenati, verrà curata dagli studenti del corso di restauro della Facoltà di Ingegneria (Corso di laurea Ingegneria - Architettura) che forniranno al Comune i rilievi messi a punto per l’occasione.  

INTERVENTO - L’intervento prevede,  nella trasformazione del bastione destro, la creazione di un passaggio pedonale che consenta l’attraversamento della strada in sicurezza. Ecco le fasi operative: creazione di un’apertura in breccia su muratura portante sul prospetto laterale che permetterà il passaggio di pedoni anche con disabilità; realizzazione di un massetto interno e di una rampa in parte interna sfruttando l’alto spessore dei muri ed in parte esterna che consenta di superare il dislivello interno; installazione di un’adeguata illuminazione; modifica della ringhiera metallica esistente per permettere l’uscita sul marciapiede.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Art Bonus, il regalo di due medici (ed ex studenti Unipg) alla città: finanziato il restauro di Porta della Palombetta

PerugiaToday è in caricamento