menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una cerimonia per ricordare il sacrificio del carabiniere Angelo Foccià, caduto all'estero per la pace

L’evento si colloca nell’ambito della 12esima giornata del ricordo dei caduti nelle missioni internazionali

Si è svolta oggi a Perugia, la commemorazione del carabiniere Angelo Foccià, deceduto il 3 giugno del 1999 in Bosnia Erzegovina.

La madre del Caduto e l’Arma hanno ricordato il giovane carabiniere tragicamente scomparso, all’età di soli 30 anni, nell’adempimento del dovere, impegnato in una missione all'estero.

La celebrazione si è svolta, nel pieno rispetto della normativa anticovid, presso il cimitero di Castel Del Piano – Bagnaia, dove sono stati deposti dei fiori sulla tomba del militare, a seguito di un breve momento di preghiera, al quale hanno preso parte il colonnello Stefano Romano, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Perugia, il maggiore Pierluigi Satriano, Comandante della Compagnia CC di Perugia e il luogotenente Daniele Ceccomori, Comandante della Stazione CC di Castel del Piano.

La funzione è stata officiata dal cappellano militare, don Aldo Nigro. Il colonnello Romano ha espresso parole di affetto e vicinanza alla madre del carabiniere. Una vicinanza forte, quella dell’Arma, a dimostrazione che, nonostante l’inesorabile trascorrere del tempo, il legame si rafforza sempre più, nel vivo ricordo di Angelo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento