menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appello d'amore sulla linea del bus: "Ho le ali spezzate, cerco un uomo vitale che mi insegni a volar via"

Dopo il primo foglio lasciato su un autobus di Perugia, un secondo biglietto per spiegare il dolore di una vita subìta

Non deve essere stata una vita facile per la signora che affigge fogli sui bus di Perugia, raccontando il suo dolore, le sue speranze e il desiderio di riscatto, ma che da sola le pare impossibile da raggiungere.

Lo si capisce leggendo il secondo appello ad un amore disinteressato lasciato sempre dalla stessa signora su un autobus perugino: “Divorziata, orfana, madre mancata, ormai ho bisogno di motivazioni al vivere, cerco essere umano vitale, ottimista, onesto, che mi dia amicizia disinteressata, aiuto morale, aiuto creativo, che mi faccia ritrovare la gioia di vivere. Che mi dia modo di conoscere la nobiltà del suo cuore”.

Scorrendo il messaggio si comprende anche da dove derivi questa disperazione: “Ho molto sofferto come figlia, poi ho definitivamente sofferto a far la madre di mia madre e ho perso una madre-figlia. Eppure ho riavuto un rapporto anche se sofferto. Ora sono rimasta di nuovo sola. Mi sento in una gabbia di dolore, la porta è aperta, ma non mi va più di volare, mi si sono spezzate le ali e il cuore. Il grano non è tanto ed io so che devo lottare” che suona come un appello non solo all’amore, ma contro la solitudine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento