menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Punture di insetti, nidi di vespe e piante tossiche: le parole più ricercate nel portale disinfestazione Usl1

Il maggior numero di richieste di informazioni riguarda calabroni, pulci e blatte: nel 2020 registrate 282.963 visite

Vepse, calabroni, piante tossiche e infetanti. Il portale della disinfestazione dell'Usl1  dedicato alle problematiche relative a insetti e altri organismi di interessa sanitario registra una continua crescita: il numero di utenti è passato dai 235.983 del 2019, a 282.963 del 2020 con un incremento del 19,9% pari a 46.980 visite.  In crescita anche la pagina Facebook, dove sono stati inseriti 213 post e che a dicembre 2020 ha raggiunto  il numero di 885 follower contro i 738 del 2019.

Cosa chiede o cerca l'utente che naviga nel sito? Il calabrone è stato l’insetto maggiormente cercato nel Podis con circa 35.000 visite della scheda tematica, a seguire la pulce con 22.643 visite e la blatta con 22.000. Ventiduemila consultazioni per i “medodi di sanificazione per il Covid-19 con lampade UV ed ozono“ che è stata visitata da 6.700 utenti.

Nella bacheca delle domande, quella che ha destato maggiore interesse è stata quella relativa alle “punture da insetti invisibili come riconoscerle” che è stata visitata da 12.000 navigatori. A seguire il quesito “come trovare un nido di calabroni” con circa 6.000 visite e con 3.000 visite la risposta a “infestazione da flebotomi” e la tematica “dell’avvelenamento da rodenticidi in specie non bersaglio”.

Ricercatissime anche le informazioni sulle piante tossiche: la più cercata del 2020 con 2.635 visite, è stata l’Euonymus europaeus o Berretto del prete,  che è “particolarmente tossica per ingestione dei suoi frutti”. Seguono, con 2.146 visite la pianta del Gigaro Chiaro, Arum italicum, che è tossica per contatto ed ingestione, e con 1.990 utenti, l’Ailanthus altissima o Albero del Paradiso, tra le piante maggiormente impattanti per il paesaggio per la sua eccezionale invasività.

La pagina Facebook del Podis, con le informazioni pubblicate riguardanti anche il Covid-19, ha raggiunto fino a 1.900 visualizzazioni in alcuni post: l’interesse maggiore è stato registrato su un video dell’Oms e tra le problematiche estive è stato seguito da molti l’andamento dei chironomidi al lago Trasimeno e le lampade attrattive “Tofolamp”.

"Nel 2021 potenzieremo sicuramente l’informazione sugli aspetti maggiormente interessanti per il pubblico del portale, anche in collaborazione con l'Associazione nazionale delle imprese di disinfestazione  e l'Associazione imprese disinfestazione professionali italiane con le quali abbiamo stabilito un proficuo flusso di informazioni – afferma Alessandro Maria Di Giulio, responsabile del Podis e di tutto il servizio di disinfestazione della Usl Umbria 1 -  Inoltre, abbiamo  intenzione di estendere le pagine informative ad altri aspetti che non si connotano in modo specifico come organismi di interesse sanitario ma per i quali giungono frequenti quesiti. Parliamo di rettili, i chirotteri, pipistrelli e altri organismi. Lo faremo con esperti naturalistici che apriranno un altro spazio di cultura e prevenzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento