menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raccordo Perugia-Bettolle, nuovi lavori Anas sul viadotto Genna

Tagliata una carreggiata tra Madonna Alta e Ferro di Cavallo: impresa colpita da un'interdittiva antimafia

Si ricomincia. Nuovi cantieri Anas sul raccordo Perugia-Bettolle. E sì, sempre sul viadotto Genna. Quindi, è "temporaneamente chiusa la corsia di marcia in corrispondenza del viadotto Genna, tra gli svincoli di Madonna Alta e Ferro di Cavallo, a Perugia. Il transito è consentito sulla corsia di sorpasso in entrambe le carreggiate", spiega Anas. Il restringimento "si è reso necessario a causa di dissesti sul piano viabile che saranno ripristinati entro pochi giorni, compatibilmente con le condizioni meteorologiche, nelle more del completamento delle procedure di affidamento dei lavori di risanamento definitivo". 

Già, definitivo. Perché quella del Viadotto Genna è un'epopea. E nel mezzo c'è anche un'impresa colpita da una interdittiva antimafia, che ha costretto l'azienda a rinunciare all'affidamento dei lavori. Così siamo arrivati a questi nuovi cantieri per sistemare le buche: "Il viadotto  - scrive Anas - era stato interessato dai lavori di ammodernamento delle barriere laterali di sicurezza, nell’ambito del piano di riqualificazione del raccordo Perugia-Bettolle. In seguito al completamento degli interventi erano stati riscontrati, unicamente sul viadotto “Genna”, dissesti del piano viabile su alcune delle campate interessate dai lavori. Anas aveva pertanto avviato fin da subito una serie di attività di studio e approfondimento tecnico, incaricando anche esperti esterni all’Azienda ed eseguendo campi prova in situ, al fine di accertare le cause dei dissesti e progettare gli interventi di risanamento dell’opera, addebitandoli all’impresa esecutrice". E ancora: "Al contempo Anas ha periodicamente eseguito - come in questo caso - interventi provvisori di ripristino localizzato del piano viabile al fine di garantire la sicurezza della circolazione in attesa dell’intervento di ripristino definitivo. Nei mesi scorsi Anas aveva quindi completato le procedure di aggiudicazione ed espletato la seduta di gara nei tempi previsti, con l’obbiettivo di eseguire i lavori durante il periodo di chiusura estiva delle scuole, in modo da ridurre i disagi al traffico nelle ore di punta. L’impresa risultata vincitrice della gara d’appalto era stata però successivamente interessata da un’interdittiva antimafia ed aveva contestualmente rinunciato all’affidamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento