Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Cosa lega le Stragi di Perugia del 20 giugno 1859 alla sede della Fao a Roma? Intervento dello storico Gian Biagio Furiozzi

Dall'istituto alla facoltà di agraria fino ad arrivare all'organismo internazionale che si occupa di alimentazione e agricoltura nel mondo

Cosa lega le Stragi di Perugia del 20 giugno 1859 alla sede della FAO a Roma?

Una spigolatura inedita, spiegata ai nostri lettori dallo storico Gian Biagio Furiozzi.

Riassumiamo i fatti: “In quella tragica giornata, i mercenari svizzeri, inviati dal Papa a stroncare la ribellione dei perugini, stavano scontrandosi con i patrioti in armi. Il tutto avviene nel rione di Porta San Pietro”.

Dunque?

“Mentre i Frati di San Domenico spararono ai patrioti che fuggivano sotto le mura del loro Convento, i Benedettini di San Pietro dettero loro protezione, con in testa il loro Abate Placido Acquacotta”.

In che modo?

“Ne nascosero alcuni perfino tra le canne del grande organo della Chiesa”.

Questo comportamento ebbe delle conseguenze?

“Questo spiega perché il Convento di San Domenico fu subito soppresso dal Governo e trasformato prima in Caserma e poi in Archivio di Stato”.

Una punizione, insomma. E quale fu il premio per i frati patrioti di San Pietro?

“Il convento di San Pietro è rimasto in funzione e gli è stata pure conservata l'Azienda Agraria. Che poi, nel 1887, divenne Istituto d'Istruzione Agraria, diretto da Eugenio Faina, nipote di Zefferino, uno dei membri della Giunta, istituita il 14 giugno 1859”.

L’Istituzione (tuttora in vita) ebbe fortuna, vero?

“Nel 1896, sempre con la direzione di Faina, si trasformò in Istituto Agrario Sperimentale, da cui tra l'altro nascerà, negli anni Trenta, la Facoltà di Agraria”.

Adesso devi spiegarci il nesso con l’istituzione della FAO

“Dall'esistenza di questo Istituto, all'inizio del Novecento nacque l'idea di creare, a Roma, un Istituto Internazionale di Agricoltura, soprattutto su iniziativa dell'americano David Lubin, che aveva visitato e apprezzato la struttura perugina, e ne parlò a Vittorio Emanuele”.

Quindi?

“Nel 1905, Eugenio Faina fu nominato Presidente della Commissione reale per la creazione di questo Istituto internazionale, al quale aderirono, nel giro di poco tempo, ben 75 Stati. Nel 1908, lo stesso Faina ne fu eletto Presidente. Carica che avrebbe ricoperto fino al 1910”.

Venendo a tempi più recenti?

“Alla fine della Seconda guerra mondiale, quando l'ONU dette vita alla FAO, l'Agenzia che si occupa di agricoltura, sembrò dunque naturale scegliere come sua sede la capitale italiana. Cosa che avvenne nel 1951”.

Ecco come dalla guerra può derivare un’Istituzione di Pace, fraternamente legata a Perugia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa lega le Stragi di Perugia del 20 giugno 1859 alla sede della Fao a Roma? Intervento dello storico Gian Biagio Furiozzi

PerugiaToday è in caricamento