rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Attualità

L’Agimus, presso l’Aula Magna di Palazzo Gallenga, ha offerto il più bel concerto pianistico di sempre

Alla tastiera Letizia Michielon, una delle maggiori interpreti di Chopin

L’Agimus, presso l’Aula Magna di Palazzo Gallenga, ha offerto il più bel concerto pianistico di sempre. Alla tastiera Letizia Michielon, una delle maggiori interpreti di Chopin del panorama pianistico internazionale, col concerto “Il Primo Romanticismo”. L’evento è stato organizzato in collaborazione con Gioventù Musicale di Foligno.

“La Michielon – scherza Salvatore Silivestro, presidente nazionale – è una mia dipendente”, riferendosi alla circostanza che la pianista è presidente Agimus della città lagunare.

Il talento della Michielon si dispiega fin dal conseguimento del diploma, magna cum laude, ad appena sedici anni. La formazione e la carriera si dipanano poi attraverso una serie di step che vedono questa eccezionale musicista vincitrice in numerosi concorsi internazionali. Poi l’incisione integrale delle Sonate e delle principali opere pianistiche di Beethoven e Chopin.

Quindi l’attenzione alla musica contemporanea e alla composizione, fino ai corsi di direzione d’orchestra.

È titolare di cattedra di pianoforte e di Filosofia della Musica. Difatti è anche laureata con lode in Filosofia e dottore di ricerca in Scienze Pedagogiche e Didattiche a Padova.

Tra le sue medaglie, quella di aver costituito il Plurimo Ensemble, impegnato nell’ideazione ed esecuzione di progetti per un ideale Politecnico delle Arti.

Insomma: una personalità ricca di sfaccettature plurime e con indubbie caratteristiche di genialità.

Alla Stranieri ha eseguito Notturni, Studi e Mazurche di Chopin oltre alla Sonata op. 13 di Beethoven.

Un pomeriggio da sogno. Come sempre, quando c’è di mezzo l’Agimus, a ingresso libero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Agimus, presso l’Aula Magna di Palazzo Gallenga, ha offerto il più bel concerto pianistico di sempre

PerugiaToday è in caricamento