Aeroporto, scontro Agostini-Fioroni: la durissima risposta dell'assessore del Comune di Perugia

La Cobrex cancella i voli, esplode la polemica. Il direttore di Sviluppumbria: "La Sase non è un club, Palazzo dei Priori metta i soldi". La risposta di Fioroni: "Mi occupo di quello che dovrebbe fare lei"

La Cobrex se ne va e cancella i voli da Perugia per Barcellona e Bucarest. E la questione aeroporto diventa una polveriera. Arrivano bordate da tutti i lati. Tra i fronti più caldi c'è quello che coinvolge il Comune di Perugia e Sviluppumbria, socio della Sase, la società che gestisce l'aeroporto. O, meglio, quello tra l'assessore comunale Michele Fioroni e il direttore Mauro Agostini. Ieri, subito dopo l'annuncio del taglio dei voli, il professore scrive su Facebook: "Sembrerebbe che, anche questa volta, all'aeroporto dell'Umbria qualcosa sia andato storto. A rivelarsi velenoso è il morso del Cobra; la cancellazione dei voli da parte della compagnia rumena Cobrex apre infatti nuovi dubbi sul modello di governance dell'aeroporto". 

Aeroporto, le agenzie di viaggio contro la Sase: "Offerte dei voli improvvisate, servono compagnie affidabili"
Bufera sull'aeroporto. Squarta (Fdi): "Umbri umiliati, subito commissione d'inchiesta". Leonelli (Pd): "Cesaretti scenda dal piedistallo"
 

E ancora: "Il Comune di Perugia apprende solo dai giornali, per l'ennesima volta, notizie riguardanti l'aeroporto nella cui gestione, pur essendo il quarto azionista, è coinvolto solo marginalmente e mai per le decisioni strategiche. L'ennesima brutta figura che non fa bene ad un aeroporto che più che essere fonte di sviluppo, sembra esserlo di imbarazzo per chi lo gestisce, e non già per chi, in questi anni, ha chiesto un maggiore coinvolgimento nella sua gestione in qualità di Comune capoluogo di questa Regione. Questa volta non ci sarà nessun volo inaugurale su cui farsi fotografare e nessuna conferenza stampa, qualcuno fuggirà da riflettori e microfoni, non già ai manifesti affissi in tutta la città per la promozione dei voli poi cancellati, quello che è certo, che nessuno di loro si troverà a Barcellona piuttosto che a Brindisi se non passando prima da Roma o optando, per l'automobile. Noi invece, continuiamo ad essere qui, pronti a dare un contributo per un aeroporto che, sinceramente, merita di più". 

La risposta di Agostini è arrivata stamattina dalle sale dell'aeroporto di Perugia, mentre Sase scavava la trincea per respingere gli attacchi: "C'è l'assessore Fioroni, per non fare nomi, che vorrebbe che il Comune di Perugia contasse di più - ha rincarato Agostini - . Perfetto, ma questo non è un club, è una società per azioni. Per contare di più bisogna mettere i soldi. Se il Comune è disponibile a mettere 200mila euro all'anno avrà tutto da esprimere". E ancora: "Durante questo inverno a Perugia ho sfondato due ruote della mia automobile. Non so qual è il danno di immagine per il turista che arriva". 

E sempre via Facebook, l'assesore ha replicato. Duro. "Il direttore di Sviluppumbria, Mauro Agostini, noto frequentatore dei salotti buoni, mi ricorda che l'aeroporto non è un club, ma una società per azioni e mi invita a preoccuparmi delle buche di Perugia anziché dei problemi della Sase. Caro direttore la informo che ho la triste abitudine di parlare ed occuparmi di sviluppo quello, che in teoria, dovrebbe fare anche lei".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

Torna su
PerugiaToday è in caricamento