Attualità

Aeroporto dell'Umbria, arriva il nuovo volo Perugia-Vienna

Il primo luglio partirà la rotta Perugia-Vienna che per due volte a settimana, il lunedì e il venerdì, collegherà la città austriaca con il capoluogo umbro

Nuovo volo Ryanair dall'aeroporto dell'Umbria. Il primo luglio partirà la rotta Perugia-Vienna che per due volte a settimana, il lunedì e il venerdì, collegherà la città austriaca con il capoluogo umbro.

Nella serata perugina a fare gli onori di casa ecco Ingrid Frizberg, Responsabile Marketing, e Isabella Rauter, PR per il mercato Italia, che non si sono risparmiate a raccontare quello che Vienna sta vivendo oggi: una città che ha una grande voglia di ripartire, ridando slancio a quel comparto turistico che inevitabilmente ha sofferto ma che ora ha intenzione di tornare in pista. Proprio come detta la nuova campagna di promozione turistica per il 2022 “Celebrate la Vita. Vivete Vienna”. 

FOTO - Nuovo volo Perugia-Vienna, la presentazione

"E’ la prima volta che WienTourismus investe sull’Umbria – spiega Ingrid Frizberg, responsabile marketing dell'Ente per il Turismo di Vienna al lancio della nuova campagna di promozione turistica per il 2022 “Celebrate la Vita. Vivete Vienna” presentata all'Evo Bistrot Centumbrie  – e siamo molto felici di essere qui perché crediamo che la posizione strategica dell’Hub di Perugia possa essere vincente per le strategie turistiche della destinazione". 

L’Umbria, aggiunge, "è un mercato che ci interessa molto perché posizionata al centro dell’Italia. Partire da Perugia vuol dire avere una facilitazione in termini di raggiungibilità per circa 2 milioni di potenziali turisti, umbri ma anche dei territori confinanti che fino ad allora non avevano scelta se non quella di partire per esempio da Roma. La nostra intenzione, ora, è quella di far innamorare della nostra Vienna attraverso le tante novità che si susseguono nell’arco di questo 2022 e che toccano l’arte, i piaceri, la vita che si ritrova nelle sue strade piene di fascino. Per scoprire Vienna i passeggeri in arrivo potranno usufruire di tanti bei vantaggi attraverso la Vienna City Card acquistabile prima o durante il proprio viaggio. La si potrà usare per visitare i musei, durante il sightseeing, a teatro e ad un concerto, durante lo shopping e al ristorante.".       

E ancora: "Raggiungere Vienna da Perugia, infatti, vuol dire catapultarsi in una città che non si è mai arresa, che non è restata immobile ma piuttosto ha lavorato senza sosta. I musei si rifanno il look basti pensare al Belvedere Inferiore,  la Heidi Horten Collection apre come nuovo spazio regalando arte e le strade tornano ad animarsi regalando serenità a tutti, perché i diritti sono cosa fondamentale. Gli spazi pubblici già da tanto non sono più parcheggi ma luoghi dove respirare a pieni polmoni e rilassarsi. Già ora la metà della città è composta da spazi verdi e superfici acquatiche, e quasi mille parchi punteggiano la città. Questa città permette tutte le esperienze di una metropoli ma senza stress. Anche nelle nuove aree smart di espansione urbana si fa attenzione a non limitarsi alla realizzazione di abitazioni innovative e sostenibili ma a integrare in questi spazi anche centri per la ricerca, moderni design hotel basati su formule sostenibili, co-working space, spazi verdi e cultura. Inoltre entro il 2040 Vienna vuole diventare una città climaticamente neutra". 

E non è finita qui. "Entro la fine dell’anno  - è stato spiegato durante la presentazione - 12 nuovi hotel apriranno per un totale di 2.000 camere. E se poi qualcuno volesse trovare dei forti legami con l’Umbria è bene pensare al vino che nasce nei sobborghi viennesi. Vienna infatti è dotata di un’area coltivata a vite la cui superficie misura 700 ettari, cosa assolutamente unica per una metropoli, e 140 viticoltori allevano la vite nei vigneti delle colline Kahlenberg, Nussberg, Bisamberg e nel sobborgo di Mauer, poiché qui il Danubio ed il bosco viennese creano un microclima ideale. Ma oltre al vino c’è anche il buono delle tavole: molti degli ingredienti che finiscono nei piatti dei ristoranti locali sono prodotti proprio a Vienna, con tecniche di coltivazioni innovative e a km 0 o quasi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto dell'Umbria, arriva il nuovo volo Perugia-Vienna
PerugiaToday è in caricamento