Bud Spencer e la passione per il volo, alla Tana del Lupo in Albaneto di Leonessa spunta un Cessna dell'attore

Amico di famiglia dei ristoratori, Carlo Pedersoli aveva lasciato anche un furgone Alfa Romeo usato in "Piedone l'africano", ora al museo di Arese

Davanti al ristorante “La tana del Lupo” in Albaneto di Leonessa (Ri) è conservato un Cessna, donato da Bud Spencer. La segnalazione ci è pervenuta dall’ingegnere Massimo Rigucci, esponente storico dell’Aeroclub perugino.

1 Un cliente in posa davanti all'aereo Cessna, donato da Bud Spencer alla famiglia Stocchi e ora alla Tana del Lupo-2L’Inviato Cittadino ne ha contattato il titolare Alessandro Stocchi (proprietario anche di Case vacanze e Bed & Breakfast) che racconta: “È vero: davanti al ristorante abbiamo il Cessna, un monomotore quadriposto ad ala alta, da turismo e da addestramento. Lo donò Bud Spencer a mio padre Nicola, oltre trent’anni or sono”.

È un fatto che molti clienti amano farsi scatti davanti a questo cimelio, vero?

“Abbiamo aggiunto una scritta laterale che ne precisa il proprietario nativo e donatore. Devo constatare che l’immagine di Bud Spencer è ancora molto gradita dal pubblico e l’oggetto esercita tuttora un notevole appeal”.

Come mai questo dono?

“Come si sa, gli aerei, raggiunta una certa anzianità, non sono revisionabili e vanno in pensione. Carlo Pedersoli, nostro amico, anziché demolirlo, ce lo ha donato”.

Quali i rapporti dell’attore con la famiglia Stocchi?

“Carlo aveva collaborato a creare un’aviosuperficie, della quale si serviva come punto d’appoggio per l’aereo e l’elicottero. Per un periodo gestì anche un servizio di aerotaxi sulla Salaria. Si sa che l’attore era un vero patito del volo e che pilotò personalmente questo aereo, ma anche l’elicottero, in diversi film. Con l’elicottero atterrava all’Urbe e abbastanza spesso, quando era libero dal lavoro, veniva da noi, portando un gruppo di amici”.

Cosa lo attirava del vostro ristorante?

“Carlo amava i prodotti genuini ed era un vero esperto, non un semplice 'mangiatore', sebbene la sua notevole stazza richiedesse una quantità adeguata di cibo, guadagnandogli la fama di cliente vorace. Oltre agli alimenti di nostra produzione (ortaggi e carne), noi ci appoggiavamo (e lo facciamo tuttora) a produttori locali per la fornitura di formaggi e quant’altro, tutto a chilometro zero”.

C’è dell’altro?

“Pedersoli aveva intrecciato rapporti di stima e di amicizia con mio padre. Ora il papà si dedica a gestire l’Azienda agricola e zootecnica, sua vera passione: è troppo preso dal presente per rievocare ricordi del passato. Ormai gestisco personalmente le nostre strutture da diciassette anni. Ricordo perfettamente che, quando veniva Bud (io ero piccolo), portava con sé quelle allegre brigate di cinematografari, e non solo, che arrivavano festanti alla Tana del Lupo a far piazza pulita di carne al barbecue e a svuotare bottiglie di vino invecchiato”.

3 L'attore Bud Spencer e la sua passione per il volo-2Il papà le ha raccontato qualche aneddoto?

“Niente di particolare, se non il fatto che Bud era uomo di straordinaria affabilità. Anch’io lo ricordo semplice, alla mano, cordiale, disposto a fare un buffetto a noi bambini che ne ammiravamo le straordinarie imprese cinematografiche in cui – regolarmente nella parte del buono – menava di brutto… ma sempre con bonomia. Quando gli chiedevamo di raccontare le sue straordinarie scazzottate ci diceva che era tutto per finta”.

Ha qualche altra informazione da fornire all’Inviato (stavolta) “extra cittadino” di Perugia Today?

“Una notizia esclusiva e poco nota ce l’ho. Quella del furgone blu”

Questa sì che è nuova! Di che si tratta?

“Pedersoli ci regalò anche un camioncino blu Romeo, portato in aereo direttamente dall’Africa, dove era stato utilizzato per qualche scena di “Piedone l’africano” (lo storico del cinema Fabio Melelli conferma, ndr). Lo mettemmo – come il Cessna – davanti alla nostra attività. Poi, dato che di mezzi di quel tipo ce n’erano rimasti solo due in Italia, ce lo chiese la Casa costruttrice. Glielo cedemmo volentieri. E adesso sta in bella mostra al Museo Storico Alfa Romeo di Arese”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Umbria, follia al supermercato: gira senza mascherina e prende a testate l'uomo che gli chiede di indossarla

  • I migliori ristoranti di Perugia, la classifica dei primi dieci

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento