rotate-mobile
Attualità

Interventi chirurgici negli ospedali territoriali per abbattere le liste d'attesa

Convenzione tra l'Azienda ospedaliera di Perugia e l'Usl Umbria 1 per l’esecuzione di operazioni nei nosocomi della Media Valle del Tevere, Assisi, Umbertide e Castiglione del Lago

Riduzione delle liste d’attesa per la piccola e media chirurgia, maggiore disponibilità di posti letto per interventi di alta specialità all’Ospedale di Perugia e aumento della produttività complessiva. Sono questi i punti chiave della convenzione firmata tra Azienda Ospedaliera di Perugia e Usl Umbria 1 per l’esecuzione di interventi chirurgici presso i presidi ospedalieri territoriali Media Valle del Tevere, Assisi, Umbertide e Castiglione del Lago.

In base alla convenzione gli interventi di bassa complessità sono gestiti in collaborazione con i presidi ospedalieri, con lo scopo di ricondurre l’Ospedale di Perugia nel proprio ruolo di Azienda di alta specializzazione e DEA di II livello con una conseguente maggiore disponibilità di posti letto che saranno impiegati per interventi di alta complessità e specialità.

In particolare, la collaborazione tra le due Aziende riguarda gli interventi di Ortopedia e Traumatologia, Otorinolaringoiatria, Ostetricia e Ginecologia e Chirurgia Generale, Pediatrica, Oncologica e Vascolare, in regime di ricovero, di day surgery e di chirurgia ambulatoriale.

Gli interventi, in base alla convezione, sono eseguiti dai chirurghi dell’Azienda Ospedaliera di Perugia che si avvalgono dell’équipe anestesiologica e di quella infermieristica del blocco operatorio dell’ospedale territoriale dell’Usl Umbria 1.

I pazienti, nel decorso post operatorio sono gestiti dai medici dell’ospedale territoriale, avvalendosi, dove necessario, della collaborazione dell’équipe chirurgica del ‘Santa Maria della Misericordia’ che ha eseguito l’intervento.

Le liste operatorie, una volta predisposte dalle strutture complesse dell’Ospedale di Perugia, vengono inviate ai presidi ospedalieri almeno 15 giorni prima della seduta operatoria per consentirgli di attivare il percorso pre-operatorio in tempi appropriati rispetto alle priorità cliniche indicate.

“Questa convenzione intensifica ancora di più la preziosa collaborazione con le aziende sanitarie locali – sottolinea il Direttore generale dell’Azienda Ospedaliera, Giuseppe De Filippis – di concerto con la Regione abbiamo individuato precise azioni strategiche per la gestione delle liste d’attesa operatorie, affidando ai presidi ospedalieri gli interventi di bassa e media intensità e, di conseguenza, aumentando la disponibilità delle sedute operatorie all’interno dell’Ospedale per gli interventi complessi e di alta specialità”.

“La realizzazione di questo accordo che risponde anche agli indirizzi dell’assessorato regionale – spiega il direttore generale dell’Usl Umbria 1, Enrico Martelli - consentirà di assicurare uno sviluppo delle attività chirurgiche degli Ospedali aziendali garantendo appropriatezza e prossimità delle cure per i cittadini. Un percorso dedicato dove il paziente viene preso in carico dai professionisti della USL 1 per tutte le attività pre e post operatorie, all’insegna della massima attenzione al paziente, che permetterà anche di ottimizzare l’erogazione delle prestazioni riducendo i tempi tra diagnosi ed effettuazione dell’intervento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interventi chirurgici negli ospedali territoriali per abbattere le liste d'attesa

PerugiaToday è in caricamento