rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità

Abbonamenti scolastici non usati causa Covid, la Regione si muove con Ministero e Trenitalia per i rimborsi

In ballo la possibilità di procedere ai rimborsi le imprese potranno provvedere come in passato con il rilascio di voucher o meccanismo analogo

Polemiche e proteste sugli abbonamenti scolastici del trasporto pubblico non utilizzati causa Coronavirus e lockdown. Interviene l'assessore regionale Enrico Melasecche annunciando di aver rinnovato "la richiesta di una risposta formale da parte del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile".

La questione è stata al centro di un ulteriore confronto nella giornata di oggi e dal Ministero è stato fatto capire che le "aziende di trasporto pubblico locale che provvedono in tal senso potranno, anche per il 2021, richiederne la compensazione nell’ambito della
rendicontazione dei mancati ricavi con le stesse modalità già previste per l’anno 2020" si legge nella nota inviata dall'assessore.

Secondo quanto riferito da Melasecche, quindi, sussiste "la possibilità di poter procedere ai rimborsi previa rassicurazione da parte del Ministero, che verrà ulteriormente sollecitato dalla Commissione suddetta la quale, su richiesta dell’assessorato".  

Melasecche ha anche anticipato la richiesta che oltre al tema dei rimborsi "è opportuno affiancare, come ulteriore elemento di ausilio alle famiglie, un abbassamento della soglia di costo per l’attivazione della rateizzazione che potrebbe avvenire ad esempio con due rate a distanza di alcuni mesi l’una dall’altra".

Tutti temi che saranno oggetto di un ordine del giorno nella prossima seduta consiliare e che "in caso di auspicabile conferma della possibilità di procedere ai rimborsi le imprese potranno provvedere come in passato con il rilascio di voucher o meccanismo analogo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbonamenti scolastici non usati causa Covid, la Regione si muove con Ministero e Trenitalia per i rimborsi

PerugiaToday è in caricamento