Il 2 giugno a Magione: iniziative on line per la Festa della Repubblica, tutto il programma

Una giornata di riflessione storica e civile in occasione della Festa della Repubblica, con la presentazione di ricerche in corso e documenti inediti nel programma organizzato dal Comune di Magione, in collaborazione con l’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea (Isuc)

Una giornata di riflessione storica e civile in occasione della Festa della Repubblica, con la presentazione di ricerche in corso e documenti inediti nel programma organizzato dal Comune di Magione, in collaborazione con l’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea (Isuc).
Iniziative che, in conseguenza delle disposizioni per la sicurezza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19, si terranno in diretta sulle pagine facebook  Comune di Magione e Magione Cultura.

La giornata si apre alle 10.30 con i saluti istituzionali del sindaco di Magione, Giacomo Chiodini, dalla sala del Consiglio comunale. Seguiranno gli interventi dell’assessore alla cultura Vanni Ruggeri su: Un “miracolo della ragione”: il 2 giugno nel calendario civile degli italiani; del ricercatore Marco Biscardi, (Isuc) su: 1946, le elezioni a Magione nell’anno del voto; e di Francesco Girolmoni, Biblioteca comunale Vittoria Aganoor Pompilj su: La libertà ritrovata: giustizia e democrazia nelle aspettative del neoeletto sindaco Publio Trento Bartoccioni.

“Oggi più che mai – commenta l’assessore Ruggeri che ha seguito l’organizzazione della giornata – non si tratta di celebrare semplicemente un anniversario, ma di tenerne in vita e rinnovarne costantemente i valori, in uno sforzo capace di promuovere partecipazione e conoscenza in forme nuove e non episodiche. Per questo, proprio nel contesto istituzionale della giornata, e grazie anche alla collaborazione dell’Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea, abbiamo voluto proporre un robusto momento di riflessione storica, con la presentazione dei risultati inediti di importanti ricerche attualmente in corso sulle elezioni del 1946 (costituente, referendum e amministrative), in sede locale e non solo, nella convinzione che la conoscenza del passato sia la via privilegiata per costruire, oggi, autentica e piena cittadinanza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento