Animali

Estate in Umbria, la guida dei Carabinieri e WildUmbria su serpenti (velenosi e non), cosa fare in caso di incontro e chi chiamare se trovati in giardino

In assenza di pericoli si consiglia di non uccidere i rettili incontrati durante una passeggiata in campagna o lungo un sentiero di montagna. A chi rivolgersi per allontanare i serpenti da giardini o luoghi frequentati da bambini

E' arrivata l'estate e anche i rettili hanno ripreso a muoversi liberamente in campagna o nelle zone di collina e montuose. Con le giornate di caldo inizia la stagione degli avvistamenti dei serpenti durante una passeggiata in campagna o lungo qualche sentiero di montagna. Cosa fare in caso di incontro con serpenti usciti dal loro letargo invernale?

I Carabinieri Forestali e WildUmbria hanno realizzato un vademecum per riconoscere le specie velenose da quelle non velenose, con tanto di indicazioni sui comportamenti da tenere, primo fra tutti quello di non uccidere il rettile incontrato, magari vantandosi sui social.

Sebbene chi abiti in campagna sia in grado di riconoscere una vipera da un innocuo serpente non velenoso, questo non è vero per la maggior parte dei cittadini. È allora utile qualche informazione in più, per avere un comportamento responsabile e rispettoso nei confronti di animali così utili all’equilibrio dei nostri ambienti naturali, che abitualmente vengono uccisi senza alcun motivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate in Umbria, la guida dei Carabinieri e WildUmbria su serpenti (velenosi e non), cosa fare in caso di incontro e chi chiamare se trovati in giardino

PerugiaToday è in caricamento