rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Animali

Vita da cani(le): per adottare un cane servono comprensione e connessione (Episodio 8)

Adottare un cane è un’esperienza meravigliosa, l’importante è capire i suoi tempi e riuscire a stabilire una connessione con lui

Adottare un cane può essere considerato un viaggio meraviglioso, un percorso da costruire insieme e che cementa giorno dopo giorno un legame speciale. Nonostante questa esperienza che può cambiare la vita del peloso adottato e di chi lo accoglie in famiglia, secondo i dati raccolti di recente dall’Enpa (Ente nazionale protezione animali) sono oltre 17mila i cani ospitati dai canili in Italia.

Anche se i numeri non sono incoraggianti, ci sono molte persone che decidono di vivere con un quattro zampe in casa. Eleonora Bizzozero, educatrice cinofila e docente della scuola ThinkDog, ci parla proprio della gioia che si prova nell’adottare un cane.

Sempre più persone scelgono di adottare dal canile

Come emerso dai dati raccolti dall’Enpa la presenza dei cani in canile è consistente. Anche se i volontari si prendono cura di loro, sono i primi a sperare di vedere i pelosi adottati da persone che vogliano condividere la vita insieme. Ogni realtà è diversa dall’altra, ma nonostante questo ci sono molte famiglie che capiscono e hanno la sensibilità di comprendere la solitudine che spesso i cani vivono all’interno del canile. Proprio per questo decidono di adottare. Sensibilizzare il maggior numero di persone è un passo importante per far sì che sempre più cani vengano adottati. Uno dei mezzi possono essere gli open day, un modo per far capire a chi è indeciso quanti cani meravigliosi ci sono in queste strutture.

Animali da laboratorio: come accoglierli in casa e offrirgli una seconda possibilità 

Adottare un cane significa anche capire e accettare i suoi tempi

Si sa che adottare un cane è un impegno non solo in termini di tempo, ma anche di capacità di comprendere realmente i loro bisogni e soprattutto rispettare i loro tempi. Non sempre chi accoglie un quattro zampe in casa (nonostante l’impegno e la professionalità dei volontari a trovare la persona giusta) è pronto a farlo. Succede che la nuova famiglia anche dopo pochi giorni decida di riporta il peloso in canile.

Spesso si pensa che una volta arrivato in casa, il cane sia pronto ad adattarsi alla famiglia che lo ospita, senza dargli realmente il tempo di farlo. Inoltre non si riesce a capire che il cane in quel momento sta provando una serie di emozioni che vanno comprese e assecondate.

Stabilire una connessione con il quattro zampe è fondamentale

I volontari all’interno dei canili nel corso degli anni assistono all’incontro tra cani e coloro che li vogliono adottare. Spesso alcune di queste storie rimangono nel cuore. Il più delle volte quando la persona che vuole adottare entra all’interno di queste strutture ha delle convinzioni. Queste certezze vengono abbandonate nel momento in cui c’è un quattro zampe che gli fa cambiare idea, perché scatta una sintonia difficile da spiegare. Questo perché un cane deve essere scelto non per età o bellezza, ma semplicemente perché si sente con lui una connessione e si instaura fin da subito una sorta di complicità.

La meravigliosa esperienza di adottare un cane

Adottare un cane può avere un impatto positivo sulla vita di chi lo accoglie in casa, proprio come testimoniato da Eleonora Bizzozero, che ha iniziato a fare la volontaria nei canili 25 ani fa. Quel legame speciale che scatta tra quattro zampe e umani, lo ha vissuto sulla sua pelle quando ha incontrato una cagnolina che le ha cambiato la vita diventando la sua compagna di avventure e grazie alla quale ha deciso di intraprendere il corso di educatore.

Nel video Eleonora Bizzozero, educatrice cinofila e docente della scuola ThinkDog, ci racconta la sua esperienza in prima persona e come la connessione tra cane e uomini è immediata dagli effetti duraturi per entrambi.

Per i quattro zampe essere adottati è un’esperienza che può cambiare la loro vita a loro e quella di chi li accoglie in casa. L’importante è capire che ogni peloso ha i suoi tempi e che deve essere rispettato proprio per questo.

Per comprendere meglio i cani e il mondo dei canili, continuate a seguire la nostra rubrica e i consigli dell’esperta.

Nelle puntate precedenti di Vita da cani(le)

Vita da cani(le): come scegliere il cane da adottare (Episodio 2) 

Vita da cani(le): gli aspetti da non sottovalutare quando si adotta un cane (Episodio 3) 

Vita da cani(le): le conseguenze dell’abbandono per i cani (Episodio 4)

Vita da cani(le): le attività per far socializzare i cani e prepararli all’adozione (Episodio 5) 

Vita da cani(le): i pregiudizi da sfatare sui cani che non vengono adottati (Episodio 6) 

Vita da cani(le), l’iter da seguire per adottare i quattro zampe (Episodio 7) 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vita da cani(le): per adottare un cane servono comprensione e connessione (Episodio 8)

PerugiaToday è in caricamento