Domenica, 21 Luglio 2024
Alto Tevere Today Umbertide

Umbertide: resi noti gli obiettivi raggiunti dal progetto “RisCRIviamo il nostro futuro”

La Croce Rossa Italiana al fianco delle persone fragili

Sono stati resi noti presso la Sala Tevere del Palazzo Comunale i risultati di “RisCRIviamo il nostro futuro”, progetto messo in campo dal Comitato della Croce Rossa Italiana di Città di Castello con il sostegno della Fondazione Perugia.

All'incontro hanno preso parte il sindaco di Umbertide Luca Carizia, l'assessore alle Politiche Sociali Sara Pierucci, il presidente del Comitato della Croce Rossa Italiana di Città di Castello Francesco Serafini e il consigliere d'amministrazione della Fondazione Perugia, Camillo Bacchi.

Il progetto (dal valore complessivo di 10mila euro) ha avuto come campo d'azione i Comuni di Umbertide, Montone, Pietralunga e Lisciano Niccone.

“Il progetto 'RisCRIviamo il nostro futuro' è la continuazione di un altro progetto portato avanti in passato dal nostro comitato con partner 'C'entro' APS denominato 'Salus bus' finanziato dalla Regione Umbria nel 2019 – ha affermato il presidente Serafini - Difatti, avendo già un’analisi approfondita dei bisogni abbiamo dato una risposta di prossimità garantendo alcuni servizi che erogano prestazioni gratuite quali: accompagnamento, compagnia, orientamento ai servizi, assistenza leggera, visite ecografiche, odontoiatriche, nutrizionali, supporto psicologico e aiuto materiale con consegna di aiuti alimentari. Il progetto ha avuto quindi lo scopo di promuovere e dare continuità ad attività che la nostra associazione ha svolto, in collaborazione con C'Entro APS e in parternariato con enti, associazioni e professionisti durante l'emergenza Covid-19, a supporto di persone più fragili e vulnerabili che si sono trovate ad affrontare problematiche sanitarie, socio-sanitarie ed economiche, supportando le famiglie con consegna di buoni spesa, aiuti alimentari e altro, in piena collaborazione con i servizi sociali dei Comuni del territorio”.

Il presidente Serafini ha quindi ripercorso tutti i risultati del progetto. E' stata quindi data continuità al servizio di supporto alla promozione della salute e della qualità della vita delle donne anche nella malattia oncologica e cronica con l’erogazione di 89 incontri (in alcuni casi anche presso il domicilio degli assistiti) condotti dalla Consulente in Estetica Sociale Michela Traversini. Sempre in questo contesto si specifica che sono stati anche erogati 50 incontri condotti dalla psicooncologa, dottoressa Anastasia Dionisi, a cui hanno partecipato 5 persone operate per malattie oncologiche (10 incontri ciascuna).

Sono state organizzate due giornate della salute svolte nel Comune di Umbertide, rivolte principalmente a persone anziane e sono stati sottoposti a screening gratuiti a 97 persone con misurazione della glicemia, del colesterolo, dei trigliceridi e della pressione arteriosa. Sono state realizzate 21 attività di orientamenti ai servizi. Il Comitato ha raccolto le richieste di persone che ci hanno contattato per richieste di aiuto e sono state supportate per essere inserite nei programmi di supporto mettendoli in contatto con gli assistenti dei servizi sociali dei Comuni e facendo da tramite per l'accesso ai servizi pubblici e privati.

Riscriviamo il nostro futuro2-2Sono stati svolti 83 servizi di assistenza domiciliare. I servizi sono stati rivolti esclusivamente persone anziane e/o non autosufficienti. Nel corso delle visite sono state effettuate varie tipologie di attività tipo: compagnia, fisioterapia, cenni e consigli su una corretta alimentazione, passeggiate, controllo dei parametri per problematiche sanitarie legate al diabete o a malattie cardiovascolari.
Sono stati eseguite 24 consegne spesa e 11 consegne farmaci. I servizi hanno riguardato principalmente persone sole o nuclei familiari in isolamento da Covid che hanno richiesto il nostro supporto in quanto impossibilitati a provvedere da soli.

Sono state realizzati, altresì, 112 servizi di sostegno alimentare che hanno permesso di assistere, per 15 mesi, n. 47 nuclei familiari continuativi e saltuari con consegna di Pacchi alimentari, Buoni spesa e Card Spesa (705 consegne). I servizi hanno riguardato principalmente persone anziane non autosufficienti o nuclei familiari in situazione di disagio economico con figli minori. Frutto di un lavoro di interazione con le altre associazioni del territorio che svolgono analogo servizio il Comitato è diventato assegnatario da parte dei Servizi Sociali della Zona Sociale 1 Sud (Umbertide, Montone, Pietralunga e Lisciano Niccone) di soggetti che per svariati motivi, primo tra tutti quello economico, sono impossibilitati a recarsi presso l’Emporio di Città di Castello o i punti di distribuzione. Pertanto, a seguito di un’attenta analisi dei bisogni e un coordinamento con gli altri attori, al fine di evitare sdoppiamenti di aiuti, il Comitato si è fatto carico di soddisfare un bisogno palesato sia dagli utenti che dalle Amministrazioni svolgendo un servizio di consegna a domicilio degli alimenti.

Al fine di migliorare il benessere dei nuclei familiari delle persone assistite e soprattutto la loro dignità sono state acquistate 50 card prepagate anonime (del valore di 50 euro l'una), non utilizzabili per acquisto di alcolici, e le abbiamo distribuite agli utenti (anziani e/o famiglie con bambini) così da permettergli di poter acquistare nel pieno anonimato anche quei generi di prodotti che non siamo in grado di distribuire. Il codice di ogni scheda è collegato al beneficiario e il riferimento è custodito presso i fascicoli personali degli utenti. In caso di smarrimento la scheda verrà bloccata e ne sarà riemessa un'altra per l’importo residuo presente.

Sono stati anche realizzati 52 trasporti sociali e onco-taxi. I servizi hanno riguardato principalmente persone anziane non autosufficienti o adulti e bambini appartenenti a nuclei familiari in situazione di disagio economico. Inoltre, in collaborazione con il personale medico e infermieristico dell’Esercito Italiano abbiamo svolto 13 servizi di supporto per la somministrazione del vaccino direttamente a domicilio a 31 soggetti con gravi fragilità (anziani infermi, persone con gravi disabilità o malattie).

“Il lavoro fatto dal locale comitato della Croce Rossa Italiana con il progetto 'RisCRIviamo il nostro futuro' è stato encomiabile – ha affermato il sindaco Luca Carizia - E' stato dato un supporto vero e tangibile a tutte le categorie fragili del nostro territorio, mostrando loro vicinanza e sostegno. Per questo un sentito ringraziamento va al presidente Francesco Serafini e a tutti i volontari per il grande senso del dovere messe in campo nel corso di attuazione del progetto e alla Fondazione Perugia per il sostegno dato al progetto.

“Ringraziamo il presidente Francesco Serafini per aver scelto il Umbertide come sede per esporre i risultati raggiunti dal loro lavoro – ha aggiunto l'assessore Sara Pierucci - che non riguarda un singolo progetto ma l’attenzione alla comunità durante tutto l’anno. Un ringraziamento al rappresentante della Fondazione Perugia per la costante vicinanza alla nostra comunità”.

“Siamo veramente soddisfatti per l'ottima riuscita del progetto 'RisCRIviamo il nostro futuro' che come Fondazione Perugia abbiamo sostenuto attivamente”, ha concluso l'ingegner Camillo Bacchi membro del Consiglio d'amministrazione della Fondazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbertide: resi noti gli obiettivi raggiunti dal progetto “RisCRIviamo il nostro futuro”
PerugiaToday è in caricamento