rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Alto Tevere Today San Giustino

Tragedia a San Giustino,oggi i funerali di due vittime: proclamato il lutto cittadino

Le cerimonie si terranno a Monte Santa Maria Tiberina alle 14,30 per Luana; per Nico, invece, alle 15 nella chiesa di Riosecco

Silenzio. In Altotevere oggi è il giorno del silenzio e del ricordo. Lutto e rose bianche, come quelle lasciate in via Umbra, alla base del ponte dove nella notte fra venerdì e sabato Gabriele Marghi, Nastasha Baldacci, Nico Dolfi e Luana Ballini hanno perso la vita.

Oggi ci sono i funerali di Luana, alle 14,30 nella chiesa di Monte Santa Maria Tiberina, e alle 14,30 di Nico nella chiesa di Riosecco.

Intanto sia a Città di Castello che nel piccolo comune di Monte Santa Maria Tiberina è stato proclamato il lutto cittadino.

Il sindaco Letizia Michelini con una ordinanza ha disposto, per oggi, la proclamazione del lutto cittadino, in quanto la drammatica notizia ha colpito profondamente l’intera comunità montesca che subito si è stretta intorno ai familiari della vittima.

Nell’ordinanza si fa presente l'esposizione a mezz’asta della bandiera comunale, posta nel Palazzo del Comune, in segno di lutto. La sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche organizzate dall’Amministrazione per la giornata odierna. Ai titolari di attività commerciali ed ai pubblici esercenti di evitare, con cortese sollecitudine, di porre in essere comportamenti che contrastino con lo spirito del lutto cittadino. L’abbassamento delle serrande dalle 14.30 e fino alla conclusione della cerimonia funebre per i titolari di attività commerciali e per i pubblici esercizi, pur senza obbligo di sospensione dell’attività commerciale. Sono vietate le attività ludiche e ricreative e tutti i comportamenti e le iniziative che contrastino con il carattere luttuoso della cerimonia e con il decoro urbano. La sindaca invita, inoltre, i cittadini le istituzioni pubbliche, le organizzazioni politiche, sociali, culturali, sportive, produttive ed i titolari di attività private di ogni genere ad esprimere, in forma autonoma, la loro partecipazione al lutto cittadino mediante sospensione delle attività, in segno di raccoglimento e rispetto e, in particolare, i titolari di attività commerciali ad abbassare le saracinesche in segno di lutto durante la celebrazione dei funerali.

Cosa simile anche a Città di Castello, dove il sindaco, Luca Secondi ha disposto la proclamazione del lutto cittadino per oggi, giorno nel quale si svolgeranno i funerali di Nico Dolfi. Nell’ordinanza si fa presente dell’esposizione a mezz’asta della bandiera comunale, posta nel Palazzo del Comune, in segno di lutto. La sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche organizzate dall’Amministrazione per la giornata odierna. Ai titolari di attività commerciali ed ai pubblici esercenti di evitare, con cortese sollecitudine, di porre in essere comportamenti che contrastino con lo spirito del lutto cittadino. L’invito ad abbassare le serrande dalle 15 fino alla conclusione della cerimonia funebre per i titolari di attività commerciali e per i pubblici esercizi, pur senza obbligo di sospensione dell’attività commerciale. Sono vietate le attività ludiche e ricreative e tutti i comportamenti e le iniziative che contrastino con il carattere luttuoso della cerimonia e con il decoro urbano. Il sindaco inoltre invita I cittadini, le istituzioni pubbliche, le organizzazioni politiche, sociali, culturali, sportive, produttive ed i titolari di attività private di ogni genere ad esprimere, in forma autonoma, la loro partecipazione al lutto cittadino mediante sospensione delle attività, in segno di raccoglimento e rispetto e, in particolare, i titolari di attività commerciali ad abbassare le saracinesche in segno di lutto durante la celebrazione dei funerali.

Il sindaco ricorda inoltre “che verrà proclamato il lutto cittadino anche in occasione dei funerali degli altri due ragazzi tifernati deceduti, Gabriele Marghi e Natasha Baldacci appena saranno ufficializzati”, rinnovando i sentimenti di cordoglio, vicinanza e solidarietà alle famiglie colpite dalla tragedia compresa la famiglia di Luana Ballini, al sindaco di Monte Santa Maria Tiberina, Letizia Michelini e a tutta la comunità montesca”.

Cordoglio della comunità universitaria per la scomparsa dello studente di Economia Nico Dolfi

Oggi bandiere a mezz’asta al dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia. Il provvedimento è stato deciso in segno di tangibile lutto per la scomparsa dello studente Nico Dolfi, deceduto in un incidente automobilistico nella notte tra venerdì e sabato insieme ad altri tre giovani, Luana Ballini, Natasha Baldacci e Gabriele Marghi.

Tra i tanti messaggi di profondo cordoglio, quello del magnifico Rettore, professor Maurizio Oliviero: “Con animo profondamente commosso, a nome personale e di tutta la Comunità universitaria, esprimo il più profondo e sentito cordoglio per la tragica e prematura scomparsa del giovanissimo Nico Dolfi, studente del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia. In questa drammatica circostanza ci stringiamo, nell’affetto e nella solidarietà, alla famiglia e agli amici di Nico e degli altri tre giovani che erano con lui, Luana, Natasha e Gabriele”.

Al messaggio del Magnifico Rettore si aggiunge quello del Direttore del Dipartimento di Economia, professor Marcello Signorelli: “Il Dipartimento di Economia oggi è in lutto. Insieme ai docenti, ai ricercatori, al personale e agli studenti e studentesse che hanno avuto la fortuna di conoscere Nico e di apprezzarne le grandi qualità, sia umane che accademiche, abbiamo voluto esprimere il nostro profondo cordoglio facendo ammainare a mezz’asta le bandiere del Dipartimento per l’intera giornata di oggi. Un piccolissimo gesto, ma volto a esprimere sincero affetto e vicinanza a tutti i cari del nostro amato studente”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a San Giustino,oggi i funerali di due vittime: proclamato il lutto cittadino

PerugiaToday è in caricamento