rotate-mobile
Alto Tevere Today San Giustino

San Giustino, sconta i domiciliari a casa della sorella e la maltratta: finisce in carcere

L'uomo di 64 anni è stato denunciato ai carabinieri

Era ai domiciliari a casa della sorella: ben presto ha completamente terrorizzato i familiari costretti a subire giornalmente maltrattamenti psicologici. Da qui la segnalazione e per il sessantaquattrenne si sono aperte le porte del carcere.

Il, tutto si è concluso nei giorni scorsi, quando i carabinieri della stazione di San Giustino hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione, emesso dall’Ufficio di sorveglianza del tribunale di Perugia per l'uomo, di origini campane ma da lungo tempo residente in Valtiberina.

Il sessantaquattrenne, che stava scontando un cumulo di pene aie domiciliare nell’abitazione della sorella, si è reso responsabile di numerose violazioni delle prescrizioni a lui imposte ed, in primis, con il suo comportamento arrogante ed autoritario, aveva completamente terrorizzato i familiari costretti a subire giornalmente maltrattamenti psicologici. La situazione è stata puntualmente riferita ai magistrati che ha ritenuto pericoloso il 64enne e revocato nei suoi confronti il beneficio della detenzione domiciliare disponendone la carcerazione. L'uomo è stato portato in carcere a Capanne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giustino, sconta i domiciliari a casa della sorella e la maltratta: finisce in carcere

PerugiaToday è in caricamento