rotate-mobile
Alto Tevere Today

Investiti da un getto bollente: uno degli operai trasferito all'ospedale "Santa Maria della Misericordia"

L'altro è ancora ricoverato al centro grandi ustionati di Cesena.

E' stato trasferito al reparto di dermatologia dell'ospedale Santa Maria della Misericordia il quarantatreenne di San Giustino che ieri è rimasto ustionato da un getto di vapore e acqua bollente all'interno dello stabilimento Newlat (ex Buitoni) di Sansepolcro. L'altro, il ventiduenne di Città di Castello, invece è ancora al centro grandi ustionati del Bufalini di Cesena.

Nel frattempo proseguono le indagini da parte dei tecnici del Pisll Valtiberina per cercare di ricostruire la dinamica dell'incidente avvenuto venerdì intorno alle 12,30. Secondo una prima e parziale ricostruzione, i due – entrambi dipendenti della Newlat che si occupano di macchinari – stavano lavorando a un quadro elettrico vicino ad una caldaia quando, improvvisamente, un getto di vapore e acqua bollente li ha centrati. Sul posto l'ambulanza della Croce Rossa di Sansepolcro, insieme all' automedica della Valtiberina: i medici però hanno deciso di fare intervenire il Pegaso, per trasportare i due all'ospedale di Cesena.

Al momento non è stato aperto nessun fascicolo, non ci sono indagati, né sequestri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investiti da un getto bollente: uno degli operai trasferito all'ospedale "Santa Maria della Misericordia"

PerugiaToday è in caricamento