rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Alto Tevere Today Umbertide

“I Camaldolesi a Fratta e nell’Alta Valle del Tevere: luoghi, uomini e spiritualità”, una serie di cinque incontri a San Francesco

Gli eventi organizzati dall'Università della Terza Età di Umbertide e dall'associazione EticaMente

Il cammino camaldolese di San Benedetto, nel tratto da Montecorona a Fonte Avellana nelle Marche,  è stato segnato e percorso da un gruppo di volontari che hanno inteso valorizzare la presenza dei monaci nella zona umbro-marchigiana.

Al fine di migliorare la conoscenza della storia dell’abbazia di Montecorona e dei luoghi del cammino, l’Università della Terza Età di Umbertide, l’associazione “Eticamente”, in collaborazione con il Comune di Umbertide, hanno promosso un corso in cinque tappe per conoscere più da vicino di questa realtà secolare, oggi in parte dimenticata. Gli incontri saranno aperti alla cittadinanza di Umbertide e dei comuni interessati dal percorso. 

Il 6 dicembre 2022 sarà approfondita la presenza camaldolese nel territorio dell’Alta valle del Tevere e nell’appennino umbro marchigiano a cura di Andrea Czortek, storico, direttore dell'Ufficio per la Cultura e le Comunicazioni Sociali della Diocesi di Città di Castello e docente di Storia della Chiesa nell'Istituto Teologico di Assisi e nella Scuola Diocesana di Formazione Teologica.

Il 17 gennaio 2023 Stefania Zucchini della Università di Perugia traccerà la storia di Montecorona dalla nascita, fino all’arrivo dei monaci riformati dal beato Paolo Giustiniani (1476-1528), figlio di una importante famiglia veneta che visse in Umbria e fondò i monaci camaldolesi di Montecorona (coronesi), ancora esistenti come comunità di eremiti.

Sarà poi presentata il 31 gennaio 2023 a cura di Don Giustino Farnedi, abate di S.Pietro a Perugia, la figura di San Romualdo (951- 1027), eremita e riformatore che ebbe una grande importanza come fondatore dei monaci camaldolesi. Peculiare fu il suo rapporto con il giovane imperatore Ottone III (980-1002), con cui collaborò per la riforma della Chiesa.

Il 14 febbraio 2023 Monsignor Pietro Vispi, cancelliere della Diocesi di Gubbio e parroco della Collegiata, affronterà la biografia di un santo di Umbertide, San Savino, monaco coronese che illustrò la patria con le sue virtù, raccogliendo in vita grande fama di santità.

Il 28 febbraio Mirko Santanicchia, della Università di Perugia, parlerà dei pregevoli affreschi della Badia di San Salvatore di Montecorona  che sono fortemente legati con quelli del Monastero cistercense di S. Giuliana a Perugia, perché realizzati in un contesto unico.

La valorizzazione del percorso è orientata a riscoprire l’importanza di recuperare la storia per costruire un futuro ancorato ai valori che fanno grande l’Italia ed i suoi territori, tutti caratterizzati da grandi specificità. I primi che devono conoscere il proprio territorio, sono però gli abitanti dei luoghi che, conosciuti nella loro importanza, potranno essere meglio conservati.

Le tappe del percorso camaldolese di San Benedetto si snodano da Montecorona a San Benedetto Vecchio; da San Benedetto Vecchio a Santa Maria di Burano; da Santa Maria di Burano a Chiaserna e da Chiaserna a Fonte Avellana.

Tutti gli incontri si svolgeranno presso il Centro socio culturale San Francesco di Umbertide alle ore 17.00.

Per informazioni: 338 8562845 info@unitreumbertide.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“I Camaldolesi a Fratta e nell’Alta Valle del Tevere: luoghi, uomini e spiritualità”, una serie di cinque incontri a San Francesco

PerugiaToday è in caricamento