rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Alto Tevere Today Città di Castello

Completamento della E78, dopo l'annuncio arriva la reazione dei sindaci: "E' una svolta: ora però passare dalla carta ai cantiere"

Sulla Due Mari il parere dei primi cittadini di Citerna, San Giustino e Città di Castello

Dopo l'annuncio dell'autorizzazione alla progettazione di tutti i lotti umbri di completamento della E78 dell'assessore regionale alle infrastrutture Enrico Melasecche, diverse sono le reazioni dei sindaci del versante umbro della Due mari.

Il primo cittadino di Citerna, Enea Paladino, ha detto che: ''Il completamento della E78 potrebbe essere una svolta per la ripresa economica del nostro territorio con il raccordo che sarà vicino alla nostra zona industriale di Pistrino e al rilancio del turismo del meraviglioso borgo di Citerna, siamo quindi ben felici nell’apprendere del finanziamento che sta per arrivare. Nei mesi scorsi come Amministrazione di Citerna abbiamo avuto degli incontri ufficiali con Anas e Regione nelle quali abbiamo espresso le nostre posizioni. La galleria di Citerna, progetto scelto da anas ormai da più di cinque anni, è ad oggi il tracciato preferibile tra i nuovi che erano in ballo cioè cavalcavia sulla collina di Citerna oppure bretella tra Fighille e Pistrino. Sicuramente il tracciato della Val Cerfone sarebbe stato il migliore ma purtroppo quella “occasione” fu persa tanti anni fa.Comunque molto importanti sono le dichiarazioni dell’assessore Melasecche nel capire che la priorità dei lavori dovrà essere in primis il completamento della Guinza e lo ringraziamo per averci ascoltato, dandoci poi anche dei piccoli margini di miglioramento del percorso che interessa il nostro territorio comunale. L’obiettivo è avere una nuova ed importante arteria stradale che riporti prosperità, turismo e lavoro ai nostri territori, con un percorso che abbia un impatto ambientale e paesaggistico il minore possibile. Avremo anche modo di fare assemblee pubbliche con Anas e Regione Umbria, in questa fase di progettazione sarà molto importante il confronto con la popolazione''.

Il sindaco di San Giustino, Paolo Fratini, invece, se da una parte parla di '' una notizia positiva perchè dopo anni e a seguito dello stanziamento dei fondi dell'allora governo Renzi si sta finalmente ragionando in maniera concreta sulla realizzazione della E78 e messa in funzione della galleria della Guinza '', dall'altra, però, c'è una ''nota negativa: i territori avevano chiesto da tempo un incontro con il Commissario Anas Simonini e da mesi lo ha negato. Abbiamo appreso dai tecnici quale era il tracciato ipotetico e questo atteggiamento è estremamente negativo perchè non aiuta la collaborazione fra enti e mette in difficoltà le istituzioni locali: quando si realizzano opere come queste si deve avere un confronto democratico anche nei territori''.

Infine il primo cittadino di Città di Castello, Luca Secondi, evidenzia come “Il finanziamento della progettazione dei lotti umbri della E78 è una notizia molto positiva: l’auspicio è che non si tratti solo di un annuncio e che dalle parole si passi quanto prima ai fatti”. “Ci aspettiamo – ha detto ancora - che l’Anas individui un tracciato della E78 adeguato alle reali necessità del nostro territorio e capace di garantire l’interscambio con le altre infrastrutture già esistenti”, sottolinea il primo cittadino, ricordando come l’attivazione della galleria della Guinza e il completamento della ferrovia ex Fcu siano stati inseriti opportunamente nelle previsioni di finanziamento del PNRR. “Il tema dei collegamenti viari – afferma Secondi - è dirimente per il futuro nel nostro territorio, perché lo sviluppo economico non può essere disgiunto da quello delle infrastrutture”.

Nello specifico ricordiamo che il primo lotto, procedendo da Ovest ad Est, a quattro corsie parte da Le Ville in Toscana, prevede una prima galleria di circa 1,5 chilometri prima di entrare in Umbria, poi altra sotto la collina di Citerna per circa 2,5 per giungere con un viadotto di circa un chilometro fino allo svincolo di Selci. Il secondo lotto, a due corsie per il momento, dalla E45 all'inizio della Guinza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Completamento della E78, dopo l'annuncio arriva la reazione dei sindaci: "E' una svolta: ora però passare dalla carta ai cantiere"

PerugiaToday è in caricamento