rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Alto Tevere Today Città di Castello

Città di Castello, 8 marzo: torna il “Processo Storico” al Teatro degli Illuminati

Sul palcoscenico la vicenda della “Strega di Ripabianca” Matteuccia di Francesco, condannata al rogo per stregoneria nel 1428

“Per l’8 marzo il Teatro comunale degli Illuminati sarà anche quest’anno la cornice per una riflessione collettiva sul ruolo della donna, a partire dai fatti storici che ne testimoniano la difficile battaglia per l’emancipazione e per la conquista di diritti che ancora al giorno d’oggi devono essere pienamente affermati”. Lo annuncia l’assessore alle Pari Opportunità Letizia Guerri nel presentare il nuovo appuntamento con il “Processo Storico”, che mercoledì 8 marzo alle ore 21.00 vedrà magistrati, avvocati, tutori della legge, studenti e danzatrici vestire i panni degli attori nella rappresentazione del dibattimento che il 20 marzo del 1428 portò alla condanna a morte della “Strega di Ripabianca” Matteuccia di Francesco. L’iniziativa di beneficenza a ingresso gratuito, promossa con il patrocinio del Comune dall’Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani insieme al comitato di Città di Castello della Croce Rossa Italiana, al quale sarà devoluto il ricavato delle offerte del pubblico, rievocherà una vicenda simbolo della persecuzione delle donne accusate di stregoneria. Dopo i saluti istituzionali del sindaco Luca Secondi e dell’assessore alle Pari Opportunità Letizia Guerri, sul palcoscenico tifernate verrà ricreata l’aula del Tribunale dei Malefici di Todi che ospitò il processo nel quale Matteuccia di Francesco, una erbaiola e guaritrice che conosceva le proprietà curative e medicinali delle piante a cui oggi è dedicato il giardino delle erbe aromatiche e officinali dell’Istituto Agrario tuderte, venne condannata al rogo a 40 anni dal Capitano Lorenzo de Surdis. Con la sceneggiatura dell’avvocato Nada Lucaccioni,  responsabile Pari Opportunità AMI Umbria di Perugia, e la regia di Alessandra Carmignani, a riportare in vita i personaggi che furono protagonisti delle vicenda saranno i magistrati Daniele Cenci, consigliere della Corte di Cassazione, Paolo Micheli, presidente della Corte penale di Appello di Perugia, l’avvocato Francesco Maria Falcinelli, il comandante della Stazione dei Carabinieri di Monte Santa Maria Tiberina Massimiliano La Rocca, le attrici Irene Bistarelli e Marta Bistarelli, Simone Polchi, dirigente scolastico dell’Istituto San Francesco di Sales, i volontari del comitato di Città di Castello della Croce Rossa Italiana e le allieve della Scuola Diamante Danza Adelaide Braganti, Benedetta Boriosi, Flavia Frappi, Lavinia Frappi, Gaia Fiorucci ed Elena Grazi. L’iniziativa è stata riconosciuta come evento formativo dall’Ordine degli Avvocati di Perugia, con l’attribuzione di crediti ai legali partecipanti. Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi via Whatsapp al numero 333.7066886 e via mail all'indirizzo sviluppo.cittadicastello@umbria.cri.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, 8 marzo: torna il “Processo Storico” al Teatro degli Illuminati

PerugiaToday è in caricamento