rotate-mobile
Alto Tevere Today Città di Castello

Città di Castello: si aggiravano con fare sospetto, due cittadine straniere fermate dalla polizia

Per la più giovane si sono riaperte le porte del carcere

Erano state notate da alcuni cittadini mentre si aggiravano tra i palazzi di via Abetone,, dove nell’ultimo periodo erano stati segnalati alcuni furti in abitazione. Allarmati, hanno chiamato subito il commissariato, riferendo della presenza delle due ragazze.

Giunti sul posto, gli agenti hanno individuato le due giovani ( straniere di 23 e 25 anni9 che, alla vista dei poliziotti, hanno cercato di nascondersi in alcune zone dell'edificio e poi entrando velocemente all’interno di un palazzo e prendendo l’ascensore.

Pensavano di averla fatta franca, ma quando le porte si sono aperte, ad attenderle c'erano i poliziotti. Per quanto riguarda la loro presenza nel palazzo, non sono state in grado di fornire una motivazione plausibile. Dagli accertamenti dei poliziotti è emerso che erano gravate da numerosi precedenti per furto in abitazione. Per questo motivo sono state portate in commissariato per per gli approfondimenti del caso.

Dalle verifiche è emerso che la ventitreenne doveva ancora scontare 7 mesi, 25 giorni di carcere e pagare e una multa da 540 euro. A questo punto i poliziotti hanno accompagnato la ragazza presso l’Istituto Penale Minorile di Pontremoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello: si aggiravano con fare sospetto, due cittadine straniere fermate dalla polizia

PerugiaToday è in caricamento