rotate-mobile
Alto Tevere Today Città di Castello

Città di Castello, trovato morto in casa a 33 anni: esclusa la volontà suicida

E' stato un arresto cardio circolatorio ad uccidere il trentatreenne che è stato ritrovato senza vita nella mansarda della casa in cui viveva con i genitori.

E' questa la prima diagnosi dell'autopsia che oggi si è svolta all'ospedale di Perugia. I due medici incaricati dalla Procura di Perugia, Sergio Scalise Pantuso e Andrea Lazzarini, insieme al perito di parte, dottor Walter Patumi, hanno escluso volontà suicide del giovane: probabilmente è stato un malore fatale a provocare l'arresto.

Il quadro sarà comunque più esatto al termine degli accertamenti tossicologici e agli esami del caso, i cui risultati si sapranno fra 90 giorni.

Il ragazzo, molto conosciuto in città e ben voluto da tutti, era stato trovato esanime lunedì sera dai familiari: sul posto sono subito arrivati i sanitari del 118, ma ormai per il trentatreenne non c'era più nulla da fare. Sul corpo del ragazzo non sono stati riscontrati segni di violenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, trovato morto in casa a 33 anni: esclusa la volontà suicida

PerugiaToday è in caricamento