Martedì, 23 Luglio 2024
Alto Tevere Today Città di Castello

Città di Castello:  lite per motivi passionali, trovato dagli agenti in stato di ebbrezza

I poliziotti lo hanno multato e gli hanno ritirato la patente

Era completamente ubriaco quando si è messo a litigare con l'attuale compagno della ex moglie, mandando in frantumi uno specchietto e avrebbe tentato anche di investirlo.

Alla fine gli agenti del commissariato lo hanno fermato, multato e gli hanno ritirato la patente.

E' accaduto a Riosecco, nella zona nord del comune tifernate, alcuni giorni fa quando un uomo aveva chiamato il numero di emergenza per una lite tra due persone.

Gli agenti, arrivati sul posto, hanno ascoltato l'uomo che aveva lanciato l'allarme, il quale ha riferito di essere stato minacciato dall’ex marito della sua attuale compagna che , dopo aver rotto a calci lo specchietto retrovisore della propria auto, avrebbe persino tentato di investirlo una volta sceso in strada a controllare il danno.

Proprio mentre stavano cercando di capire l'accaduto, l’ex marito della donna sopraggiungeva in auto ma, alla vista dei poliziotti ha cercato di darsi alla fuga. Il tentativo però non è andato a buon fine, l’uomo, infatti, è stato subito raggiunto dagli agenti che l’hanno fermato e identificato.

Durante gli accertamenti, gli agenti hanno notato che l’uomo, classe 1965, aveva qualcosa che non andava e così hanno richiesto l’ausilio di una pattuglia della Polizia Stradale, sottoponendolo all’esame etilometrico: è stato rilevato un tasso alcolico superiore al limite consentito. I poliziotti, a quel punto, hanno contestato all’uomo la guida in stato di ebrezza con multa e ritiro della patente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello:  lite per motivi passionali, trovato dagli agenti in stato di ebbrezza
PerugiaToday è in caricamento