rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Alto Tevere Today Città di Castello

Città di Castello, violenze verso la ex moglie: scatta il divieto di avvicinamento per un trentaquattrenne

L'uomo non accettava la fine della storia

Le aveva trasformato la vita in un vero e proprio inferno fatto di insulti e violenze quotidiane: ma da oggi per la tifernate si rompe la spirale di violenza. L'ex marito, infatti, dovrà restare lontano dalla ex moglie.

Gli agenti del Commissariato di Città di Castello hanno dato esecuzione alla misura cautelare del divieto di avvicinamento, emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Perugia, nei confronti di un uomo di 34 anni, indagato per atti persecutori nei confronti della moglie. La donna, in sede di querela, ha riferito di aver sposato l'uomo nel 2016 e pochi mesi dopo, nel 2018, aveva avuto una figlia.

La vittima ha spiegato che a causa della gelosia ossessiva del marito, che era solito controllarla in ogni occasione, persino quando andava al lavoro, aveva deciso di allontanarsi dall'abitazione coniugale.

La donna ha precisato che, durante il periodo di separazione, il 34enne aveva iniziato a contattarla ripetutamente al telefono — fino a 70 telefonate al giorno - per costringerla a riprendere la convivenza, minacciandola di morte. La vittima, a quel punto, esasperata dalla situazione, si era recata alla polizia per chiedere aiuto.

Gli accertamenti effettuati dagli agenti, hanno messo in luce le numerose vessazioni fisiche e psicologiche messe in atto nell'ultimo periodo dall' uomo. Il trentaquattrenne, infatti, in moltissime occasioni si era ripetutamente lasciato andare ad aggressioni verbali e gravi minacce contro l'ex compagna procurandole uno stato di sofferenza, ansia e paura.

A questo punto gli agenti hanno presentato l'intera documentazione alla procura: il gip, considerati i gravi indizi e la sussistenza delle esigenze cautelari per il pericolo di reiterazione del reato, ha emesso un'ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla donna, nonché ai luoghi di lavoro o quelli abitualmente frequentati dalla persona offesa


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, violenze verso la ex moglie: scatta il divieto di avvicinamento per un trentaquattrenne

PerugiaToday è in caricamento