rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Alto Tevere Today Città di Castello

Città di Castello, caro bollette, la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, fa riferimento al caso emblematico di Ceramiche Noi

L'azienda tifernate costretta a rimodulare orari di lavoro con turni dalle 5 di mattina per sopravvivere

La presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, durante il discorso sullo stato dell'Unione cita gli operai della ceramica italiana come "modello di risparmio energetico".

"I lavoratori delle fabbriche di ceramica del Centro Italia – ha detto al parlamento nel suo discorso all'Unione a Strasburgo. Ospite la first lady ucraina, Olena Zelenska - hanno deciso di spostare i loro turni al mattino presto, per beneficiare della riduzione dei prezzi dell'energia. Immaginate i genitori tra loro, che devono uscire di casa presto, quando i bambini stanno ancora dormendo, a causa di una guerra che non hanno scelto".

FcmeGGtXEAgcopD-2-2

Il caso, non troppo velato, è riferito a quando accaduto nei giorni scorsi alle cooperativa Ceramiche Noi di Città di Castello, dove gli operai vanno al lavoro prima dell’alba per risparmiare energia.

A stretto giro di posta, c'è il commento del sindaco Luca Secondi.

“Anche ai massimi livelli istituzionali europei come avvenuto oggi, le eccellenze artigianali del nostro territorio sono balzate agli onori della cronaca internazionale a testimonianza del dinamismo della nostra realtà, al tempo stesso prerò esempio emblematico della sofferenza in cui versano le aziende a maggiore vocazione energivora come quelle del settore delle ceramiche. Ora più che mai, anche dopo questo passaggio significativo in ambito europeo, con la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen che nel corso di un suo intervento sul “caro energia” fa proprio riferimento al caso della Cooperativa, Ceramiche Noi di Citta’ di Castello e dei suoi dipendenti costretti per sopravvivere a rimodulare gli orari di lavoro con le turnazioni che iniziano alle cinque di mattina per risparmiare sui costi, occorre mettere in atto da subito misure strutturali concrere al fine di non pregiudicare le eccellenze produttive come quella citata dalla Presidente e tante altre in settori artigianali ed industriali diversi”.

75513612_108269333974705_4259675459534454784_n-2

“Come tutte le aziende del nostro territorio – ha concluso il sindaco – avranno sempre il comune dalla loro parte”. In occasione della recente mostra “Extra terris” che si è svolta a Città di Castello presso il palazzo del Podestà, che ha registrato tra l’altro la presenza di Ceramiche Noi, il segretario dell’associazione Italiana città della Ceramica, Giuseppe Olmeti aveva lanciato a nome di tutto il settore un vero e proprio appello alle istituzioni ad attuare interventi immediati per scongiurare chiusure delle aziende.

Anche Dino Ricci Presidente Legacoop Umbria ha commetato la citazione della presidente

'' Espimo tutto l'orgoglio della cooperazione  umbra per la citazione della Presidente della Commissione Europea nell'ambito del discorso sull'Unione, fatta sull'esperienza della nostra associata Ceramiche noi. Sono stata attribuite capacità di reazione e resilienza che un'impresa cooperativa sta dimostrando di fronte al drammatico impatto dei costi energetici sulla produzione. Come tutte le imprese,  ci attendiamo un'iniziativa comune delle istituzione europee, dei governi, per sostenere le produzioni delle mostre imprese e ridurre rapidamente l'impatto dei costi energetici. È comunque motivo di grande orgoglio che una nostra WBO (workers buyout) sia citata a modello dalla Presidente Ursula von der Leyen''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, caro bollette, la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, fa riferimento al caso emblematico di Ceramiche Noi

PerugiaToday è in caricamento