rotate-mobile
Domenica, 28 Maggio 2023
Alto Tevere Today Città di Castello

Città di Castello, avvicendamento nel gruppo territoriale dell'Associazione Nazionale Carabinieri Nucleo Protezione Civile Umbria

Il nuovo coordinatore è Paolo Belardi Dottorini

In questi giorni è avvenuto l'avvicendamento del coordinatore nel gruppo territoriale di Città di Castello del Nucleo Anc Protezione Civile Umbria. Ciò nel rispetto di quanto previsto dallo Statuto per il raggiungimento del limite degli anni di coordinamento da parte di Dante Signorelli con incarico già dal 2018, anno di costituzione del gruppo, che comunque rimarrà sia come volontario operativo che come componente della squadra del nuovo coordinamento. Il subentrante è Paolo Belardi Dottorini, luogotenente dei carabinieri in congedo con 36 anni di servizio nell'Arma, è stato comandante del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia carabinieri di Città di Castello fino al luglio 2021.

Il locale gruppo Anc di Protezione civile è stato costituito nel 2018 grazie all'impegno in primis di Dante Signorelli e di altri volontari. Attualmente è costituito da oltre 20 volontari, tutti iscritti all'Associazione nazionale carabinieri; tra carabinieri in congedo, familiari di carabinieri e simpatizzanti dell'Arma, compresa una componente femminile a testimonianza dell'apertura sociale. Il gruppo di Città di Castello è uno dei nove gruppi facenti parte dell'Associazione nazionale carabinieri nucleo regionale di Protezione civile Umbria ed ha la sede legale in Foligno.

''Questo gruppo territoriale – hanno spiegato - si è distinto particolarmente per l'attività svolta nell'assistenza alla popolazione durante il periodo pandemico anche con l'aiuto materiale alle fasce deboli con il recapito di medicine e di generi di prima necessità. Tra gli obbiettivi raggiunti figurano la totale partecipazione a corsi per la formazione di operatori di Safety Security, ed ancora più specificatamente il conseguimento della qualifica di "Guardie Ambientali Volontarie", per la prevenzione e tutela dell'ambiente conferita dalla Fondazione Sorella Natura di Assisi. In questo ultimo periodo l'attività del gruppo è consistita nel collaborare nell'operazione di invio di letti sanitari ai terremotati della Turchia, nella formazione con esercitazioni antisismiche presso locali scuole, nonché nell'assistenza agli sfollati del terremoto che ha colpito la vicina Umbertide. Gli ideali ed i valori dell'Arma di molti volontari che nella quale hanno servito con entusiasmo ed orgoglio, rivivono ogni giorno in questi oramai non più ragazzi, onorati nell'aiuto alle genti e nel rispetto della solidarietà umana. Questo sodalizio quindi che deriva dalla grande famiglia dell'Arma, dove amicizia, serenità e spirito di corpo sono profondamente radicati, ed ha pertanto al suo interno gente che ha sperimentato la partecipazione agli eventi sismici ed alluvionali nel territorio italiano, dall'Aquila alla Valnerina, da Finale Emilia a Vernazza e Monterosso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, avvicendamento nel gruppo territoriale dell'Associazione Nazionale Carabinieri Nucleo Protezione Civile Umbria

PerugiaToday è in caricamento