rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Alto Tevere Today Umbertide

Umbertide, gare di pesca al centro della polemica politica

Per Marco Locchi ''Saltano per il Tevere inquinato'', ma l'assessore Cenciarini risponde: ''Cavalcano il tema per visibilità''

Botta e risposta fra l'assessore all'ambiente, Francesco Cenciarini, e Marco Locchi con Umbertide Partecipa. Motivo del contendere sono le condizioni ambientali del corso d'acqua.

Proprio Umbertide Partecipa sabato mattina ha messo in atto una raccolta di firme per la presentazione della petizione che proseguirà anche domenica mattina ai Laghi di Faldo, dove è stata apostata la gara in programma lungo il campo gara del Tevere.

''Uno degli argomenti di maggiore attualità in questo periodo estivo è il fiume Tevere le cui condizioni sono, ancora una volta, pessime – hanno scritto - e questo lo può notare chiunque in quanto il colore marrone, la schiuma in superficie e la presenza di cattivi odori sono aspetti che non possono essere nascosti. Le conseguenze di tutto ciò sono pesanti e non solo per quanto riguarda le gare di pesca sportiva che vengono oramai disertate da numerosi pescatori, ma anche per tutto l’indotto turistico ed economico che si è generato negli anni soprattutto in corrispondenza di gare nazionali e/o internazionali quando molti pescatori vengono ad Umbertide, magari anche con la famiglia, per alcuni giorni. Per domani sono state annullate la gara provinciale di 1 e 2 serie, la gara Feeder e le gare provinciali delle regioni vicine per un totale di 190 pescatori ; a tutto ciò si aggiunge inoltre il fatto che molti umbertidesi frequentano il Tevere per attività sportive e ricreative, le scuole organizzano delle giornate di studio lungo le sue sponde''.

''Per tutto ciò noi chiediamo, attraverso anche una petizione iniziata stamattina e che proseguirà nelle prossime giornate di: attivare con la massima urgenza un progetto di “Rigenerazione urbana ed ambientale“ che integri quello riguardante la nuova piazza Mazzini e tutta la viabilità del centro storico, la costruzione della nuova passerella ciclo-pedonale e il potenziamento del sistema ciclo-pedonale del Tevere, con un modulo specifico finalizzato alla salvaguardia del Tevere, del campo gara di pesca sportiva e di tutto l’indotto dello sport in generale, del turismo e del commercio che sono cresciuti nel corso degli anni fino a diventare una realtà economica significativa per la nostra città – hanno spiegato ancora - Finalizzare il progetto alla individuazione della natura delle problematiche che affliggono il Tevere nel tratto umbertidese e di adottare conseguentemente le soluzioni necessarie a ripristinare una vivibilità ed un uso sportivo e ricreativo del Tevere, scongiurando così conseguenze pesanti per l’ ambiente, lo sport, il turismo, il commercio e l’ economia della nostra città''.

''Solo in questo modo si riuscirà a superare lo “stallo” nel quale si è venuta a trovare l’ Amministrazione comunale dopo l’inutile tentativo, miseramente fallito, di mettere insieme i soggetti responsabili del Tevere – hanno concluso - Incontro che si è tenuto ma che non ha prodotto, ad oggi, nulla di concreto. Appare quindi completamente pretestuosa e priva di fondamenta la posizione presa in queste ore dall’assessore Cenciarini che come già dimostrato in molte altre occasioni “non sa che pesci prendere”.

Proprio l'assessore ha emesso una nota in cui evidenzia che “L'attenzione dell'Amministrazione Comunale sulle condizioni del fiume Tevere è sempre alta e il monitoraggio delle acque da parte delle autorità competenti è continuo''.

Cenciarini ha evidenziato che ''Insieme ai Carabinieri Forestali della locale stazione e ai tecnici dell'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (Arpa) c'è un confronto costante per proteggere una delle risorse più importanti e delle bellezze naturali del nostro territorio. Come già avvenuto in passato e negli scorsi giorni, resta sempre aperto il confronto con la Fipsas e con le associazioni di pesca sportivi per incontrarci al fine di tenere sotto controllo la situazione del nostro fiume. Questo confronto continuo che abbiamo instaurato con le autorità competenti vuole essere anche un modo per fare chiarezza nei confronti delle azioni di alcuni soggetti della vecchia politica che ora tentano di cavalcare alcune questioni legate al Tevere solo per avere un minimo di visibilità, dimenticandosi che episodi simili si erano verificati anche quando loro erano al governo di Umbertide e che ora fanno finta di non ricordare. Il nostro lavoro va avanti e non si ferma, per proteggere il Tevere e l'ecosistema che lo contraddistingue”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbertide, gare di pesca al centro della polemica politica

PerugiaToday è in caricamento