Martedì, 23 Luglio 2024
Alto Tevere Today Città di Castello

Città di Castello, le microimprese dell’Alta Umbria ripartono: oltre un milione di euro di incentivi

Due bandi del Gal attivi dal 19 aprile

Dal 19 aprile sono in pubblicazione i bandi del Gal Alta Umbria rivolti alle microimprese del settore della somministrazione/commercio dei prodotti tipici agroalimentari e dell’artigianato.

I due bandi, denominati Alta Umbria Smart Factory (artigianato) e Alta Umbria Smart Retail (somministrazione/commercio), hanno una dotazione finanziaria complessiva superiore al milione di euro e prevedono incentivi alle microimprese, cioè aziende con meno di 10 dipendenti ed un fatturato annuo inferiore ai due milioni di euro.

L’obiettivo dei bandi è sostenere gli investimenti delle imprese interessate ed in particolare i progetti che prevedono riqualificazione di immobili, acquisto di macchinari, hardware e software e creazione di siti web. Saranno privilegiati i progetti che presentano interventi finalizzati ad introdurre procedure innovative e/o rispettose dell’ambiente.

La contribuzione prevista può arrivare fino al 70% dell’investimento complessivo, una percentuale altissima rispetto a qualsiasi altro strumento finanziario di sostegno alle imprese. Il contributo pubblico massimo è pari a 25 mila euro. Gli avvisi pubblici sono consultabili nella sezione Bandi del sito www.galaltaumbria.it.

Il presidente del Gal Alta Umbria, Mirco Rinaldi, e tutto il Consiglio di Amministrazione sono estremamente soddisfatti del risultato raggiunto: “In un periodo molto complesso - spiega Rinaldi – non potevamo non tenere conto delle richieste del territorio e della forte risposta delle imprese riscontrata nella precedente edizione dei bandi. Come Gal abbiamo deciso fin dall’inizio della programmazione di sostenere le piccole realtà produttive dell’Alta Umbria attraverso interventi di valorizzazione delle produzioni locali e mediante incentivi rivolti all’innovazione. Le piccole realtà imprenditoriali costituiscono l’ossatura del tessuto socio-economico dell’Alta Umbria e, affiancare strumenti di sostegno alle opportunità offerte dal Pnrr, può facilitare notevolmente la crescita delle aziende. Contestualmente stiamo sviluppando il progetto Alta Umbria Smart Community, finalizzato alla creazione di Comunità Energetiche nei piccoli centri e alla realizzazione di una Comunità del Cibo al fine di valorizzare al massimo le risorse energetiche locali e le produzioni agroalimentari del territorio. Il concetto di sviluppo sta radicalmente cambiando e in questo particolare frangente diventa di vitale importanza attivare progetti incentrati sull’efficentamento energetico e sul sostegno alle produzioni agroalimentari dell’Alta Umbria”.

Nelle prossime settimane il Gal organizzerà, insieme alle rappresentanze del commercio e dell’artigianato, alcuni incontri nel territorio per illustrare i contenuti del bando e rispondere ai quesiti delle imprese interessate. Per ogni informazione sul bando ed altre iniziative del Gal è possibile contattare lo 0759220034 (Sede di Gubbio) o lo 0758522131 (Sede di Città di Castello).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, le microimprese dell’Alta Umbria ripartono: oltre un milione di euro di incentivi
PerugiaToday è in caricamento