Superlega, Sir Safety a Verona. Ricci: "Fondamentale cominciare il 2020 con il piede giusto"

Il campionato riparte con una trasferta. I Block Devils a caccia dei tre punti

L'avventura in Superlega per la Sir Safety Conad Perugia sta per ricominciare. Riprende il campionato e i Block Devils sono attesi a Verona contro la Calzedonia. Sifda cruciale per difendere il secondo posto provvisorio in classifica.

Prosegue a vele spiegate la preparazione al match per i ragazzi di coach Heynen che lavoreranno al PalaBarton oggi, 14 gennaio, per una doppia seduta e domattina, 15 gennaio, per l’ultimo allenamento tecnico prima della partenza per Verona. Poi giovedì mattina rifinitura all’Agsm Forum dopo la quale, con ogni probabilità, l’allenatore belga scioglierà gli ultimi dubbi di formazione.

Tutti a disposizione i Block Devils e dunque ampia scelta per Heynen che valuterà la condizione generale dei ragazzi e lo stato di Atanasijevic e Podrascanin rientrati ieri in gruppo dopo le qualificazioni olimpiche.

Tra i giocatori disponibili anche Fabio Ricci. Il centrale romagnolo ha ripreso durante la pausa condizione e ritmo di gioco dopo lo stop nel girone d’andata per l’infortunio alla mano e non vede l’ora di scendere in campo.

“Finalmente, dopo tanto lavoro in palestra, torniamo in campo per i tre punti - dice Ricci - E per noi c’è l’ostica trasferta di Verona contro un avversario forte e temibile e in un palazzetto difficile per tutti. Abbiamo chiuso lo scorso anno con un filotto importante di vittorie ed il nostro obiettivo è proseguire nella striscia positiva e cominciare il 2020 con il piede giusto. Sarà dura, ma vogliamo tornare a Perugia con l’intera posta in palio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus | Lettera di risposta a Cucinelli: "Non per tutti volano felici le rondini: perchè non dà suggerimenti al Premier Conte?"

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • E alla fine il decreto sul lavoro è stato firmato, ecco le schede dei settori operativi e di chi potrà lavorare

  • Coronavirus, su Facebook e WhatsApp è tornata la bufala di Elisa Montagnoli

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento