Volley, Sir in campo per la Superlega: a caccia della quinta vittoria consecutiva

Al Palabarton arriva Sora, fanalino di coda. Ma Hoogendoorn avverte: "Non c'è mai niente di facile"

A caccia della cinquina. Sul parquet di casa, la Sir Safety prova ad allungare ulteriormente la striscia positiva di vittorie. Prossimo ostacolo, il Sora.

“Domani (mercoledì 27 novembre, ndr) arriva Sora che finora ha avuto degli alti e bassi in stagione e che tra l’altro è una mia ex squadra per cui sarà bello giocarci contro. Giochiamo in casa ed in gare come queste dobbiamo prenderci i tre punti. Ma per farlo dovremo giocare bene come sappiamo a possiamo, perché in Superlega non c’è mai niente di facile o di scontato. Se abbassi il livello perdi con tutte e quindi dovremo tenere alto il nostro focus” spiega Sjoerd Hoogendoorn che fotografa il prossimo impegno per la nona di Superlega contro la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

Fischio d’inizio alle 20.30 con i Block Devils chiamati ad una prova tecnica e mentale di livello per portare a casa, contro l’attuale fanalino di coda del campionato, la posta in palio e quella che sarebbe la quinta vittoria consecutiva.

Match che vede i favori del pronostico dalla parte di Perugia, ma proprio le parole di Hoogendoorn confermano che in Superlega non esistono gare dal pronostico chiuso ed i bianconeri potranno far valere il loro superiore tasso tecnico solo se scenderanno in campo volitivi, concentrati e determinati fin dal primo pallone.

È questo il pensiero di tutti a Pian di Massiano con Heynen e il suo staff che hanno lavorato molto in questi due giorni sulla sfida di domani. È probabile la conferma dei sette di domenica con Ravenna con ancora Hoogendoorn in diagonale a capitan De Cecco, Podrascanin e Russo centrali, Leon e Lanza schiacciatori e Colaci libero. Ma Heynen sa bene di avere a disposizione una rosa lunga e di grande qualità e non è escluso l’utilizzo durante il match degli altri bianconeri.

Di contro al PalaBarton arriva una Sora con finora solo tre punti all’attivo, frutto di sette sconfitte e del successo esterno a Vibo. Una Sora molto rinnovata rispetto alla passata stagione quella di coach Colucci che ha come punti di riferimento il martello brasiliano Joao Rafael, confermato dallo scorso anno, e la diagonale di posto due composta dal regista brasiliano ex Izmir Radke (lo scorso anno compagno di squadra del bianconero Taht) e dell’opposto bielorusso Miskevich, ex del campionato russo ad Ufa e cavallo di ritorno a Sora dove giocò nella stagione 2016-2017. Completano lo starting seven i due centrali Di Martino e Caneschi, il martello americano Fey e il libero ex Tuscania Sorgente.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Magione, una serata da incubo: invasione di chironomidi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento