Gubbio Calcio, le possibili trattative: estate "bollente" di mercato

Tanti i nomi di possibili nuovi innesti nella rosa eugubina: Baiocco, Fossati, Pelè e De Bode. Giorni di trattative, telefonate e contatti da parte della società per migliorare la squadra

Prima le partenze. Andrà al Padova, salvo smentite, il centrocampista Nwankwo dopo la stagione con la maglia del Gubbio. Lui, in conproprietà tra Inter e Parma, ha preferito la meta veneta all'altra offerta sul piatto che era il Catania. Futuro in serie B anche per un altro ex rossoblu. Se ne dovrebbe andare anche Simone Benedetti che deve decidere il miglior offerente tra Spezia, Grosseto e Crotone. 

Due fratelli, I Mancosu.  Uno attaccante reduce da una splendida stagione con il Lamezia, e l'altro di appena 24 anno reduce dalla stagione con il Siracusa, potrebbero essere due atleti giusti per la rosa eugubina. Certo, l'acquisto di entrambi sembra improbabile e la dirigenze embrerebbe orientata nel preferire l'attaccante Matteo di 29 anni. 

Di nomi, anche grandi ce ne sono altri. In primis quello di Daniele Baiocco, l'ex grifone e centorcampista del Catania, pare sia molto corteggiato da tutta la dirigenza affinché lasci l'isola per approdare a Gubbio. Con lui il centrocampo insieme a capitan Sandreani e con l'arrivo di Guerri sarebbe completo. Per saperne di più bisognerà però attendere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, due tamponi positivi in Umbria. La Regione: "Casi d'importazione, non rinconducibili a focolai locali"

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento