Il tennis italiano decide di ripartire dall'Umbria: a Todi torna il titolo nazionale con i big di casa nostra

"Campionati Italiani Assoluti ci forniscono le motivazioni per stare in campo giorno dopo giorno, ora che ci è concesso almeno in allenamento. Non siamo abituati a questa situazione di stop prolungato”

Cambia la data, non cambia la voglia di tornare in campo all’insegna dell’agonismo e della fame di successo. Il Tennis Club Todi 1971 si prepara ad ospitare i Campionati Italiani Assoluti, che incoroneranno il nuovo re e la nuova regina del tennis azzurro, titoli assegnati l’ultima volta nel 2004. Il tabellone principale maschile, composto da 32 giocatori, e quello femminile che vedrà in gara 16 atlete, inizieranno domenica 21 giugno. In attesa delle disposizioni del governo, l’evento organizzato dalla Federazione Italiana Tennis e da MEF Tennis Events, prima tappa del MEF Tennis Tour, promette spettacolo.

Caruso: “Forte volontà di esserci” - Entusiasta della possibilità di tornare a competere il numero 100 del mondo Salvatore Caruso, uno dei tennisti che hanno portato in alto il tricolore nel mondo in un indimenticabile 2019: “C’è la forte volontà di esserci. Noi giocatori siamo contentissimi di ricominciare ad affrontarci, è noioso allenarsi senza un obiettivo. I Campionati Italiani Assoluti ci forniscono le motivazioni per stare in campo giorno dopo giorno, ora che ci è concesso almeno in allenamento. Non siamo abituati a questa situazione di stop prolungato”. “Noi - prosegue il giocatore di Avola - siamo dei cavalli da prestazione, dobbiamo correre. Abbiamo voglia di riprendere, rispettando le misure di sicurezza del caso. È un bene che dal punto di vista organizzativo si stia andando tutti nella stessa direzione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gaio: “Abbiamo voglia di competere” - Dello stesso avviso Federico Gaio, numero 130 ATP: “Sono carichissimo, non vedo l’ora di andare a Todi. Fa piacere tornare ad avere la chance di battersi con i colleghi italiani, tra i quali ci sono molti amici. Questo lungo stop è stato complicato, sarà bellissimo ripartire da una città splendida in una terra splendida, l’Umbria. Ci stiamo tutti allenando per poter essere performanti come durante una stagione ‘normale’, abbiamo voglia di competere”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Perugia, incendio alla Biondi recuperi: vigili del fuoco in azione, nube nera in cielo

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

Torna su
PerugiaToday è in caricamento