Volley, Sir Safety Perugia si mangia il Tonno Callipo: e ora è quarta

Quarto posto in solitario per i Block Devils che piegano in tre set Vibo. Atanasijevic è una furia, Mitic letale dei nove metri ed i bianconeri, con Della Lunga in campo per capitan Vujevic, volano

SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA-TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-0

Parziali: 25-23, 25,18, 29-27

Durata Parziali: 29, 26, 35. Tot.: 1h 30’

SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA: Mitic 6, Atanasijevic 21, Buti 6, Barone 4, Petric 11, Della Lunga 6, Giovi (libero), Cupkovic 3, Vujevic, Semenzato. N.E.: Paolucci, Fanuli (libero), Della Corte. All. Kovac, vice all. Fontana.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Steuerwald 10, Gavotto 7, Forni 5, Crer 11, Randazzo 7, Ogurcak 11, Farina (libero), Plot, Trinidad De Haro, Villena 2, Presta. N.E.: Sardanelli. All. Blengini, vice all. Valentini.

Arbitri: Stefano Cesare - Armando Simbari

LE CIFRE – PERUGIA: 12 b.s., 7 ace, 57% ric. pos., 41% ric. prf., 55% att., 3 muri.VIBO VALENTIA: 14 b.s., 5 ace, 55% ric. pos., 36% ric. prf., 51% att., 6 muri.

Consolida il quarto posto solitario in classifica una scoppiettante Sir Safety Banca di Mantignana Perugia. I Block Devils cari al presidente Sirci, davanti ai duemila del PalaEvangelisti sciorinano una prestazione eccellente e spettacolare sconfiggendo in tre set una coriacea Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.Trascinati da quel funambolo della pallavolo che risponde al nome di “Magnum” Atanasijevic, eccezionale attaccante purosangue che anche stasera ha fatto il bello e cattivo tempo sotto rete (21 punti con il 66% in attacco), i bianconeri hanno però giocato di squadra, sistemando gli automatismi di muro-difesa e soprattutto portando a casa tanti buoni risultati dai nove metri.

Kovac ha schierato il concreto della Lunga in posto quattro al posto di capitan Vujevic e “Titanio” ha fatto in pieno il suo dovere, dando solidità alla seconda linea insieme all’ottimo Giovi. Menzione per il libero perugino capace di parecchie difese da spellarsi le mani. Buono anche l’apporto dell’altro corazziere Petric (11 palloni vincenti) e della coppia di ex Vibo di posto tre Buti-Barone, soprattutto con i primi tempi a terra.

Ma il pubblico accorso a Pian di Massiano ha riservato una standing ovation soprattutto alla mente della Sir, al regista Mihajlo “Mito” Mitic. Alla buona gestione del gioco d’attacco di casa, il palleggiatore serbo ha unito una prestazione straordinaria al servizio, piazzando 6 ace (tra cui quello sul 28-27 del terzo set che ha chiuso la gara) e tanti turni letali per la pur buona seconda linea di Vibo.

Tra gli ospiti, squadra di buona caratura e con un ordinato sistema di gioco, degne di menzione le prove del palleggiatore Steuerwald (10 punti), dell’interessante centrale argentino Crer (92% in attacco) e del solito Farina, una garanzia dietro la linea dei tre metri. Con questo importantissimo successo Perugia balza a quota 12 e può guardare con ottimismo al prossimo, impegnativo, confronto esterno in programma domenica 8 dicembre a Ravenna davanti alla telecamere di RaiSport 2.
 
LA CRONACA
 
Perugia presenta Mitic in regia e la novità Della Lunga in diagonale con Petric, gli ospiti schierano in posto quattro Ogurcak ed il giovane Randazzo. Il primo punto lo firma Gavotto in maniout. Steuerwald di seconda intenzione dà il primo break ai calabresi (1-3). Della Lunga accorcia in attacco (5-6). Atanasijevic sigla il pareggio con una bomba delle sue (7-7). È sempre “Magnum” a dare il primo vantaggio ai padroni di casa (10-9). Barone mette a terra il primo dell’11-10 e nel pallone successivo è Petric a scuotere il PalaEvangelisti con un bolide da posto quattro (12-10). Perugia mantiene tre punti di vantaggio dopo l’errore dai nove metri di Randazzo (19-16). Il nuovo entrato Trinidad De Haro ferma a muro Petric e Vibo accorcia (19-18), ma nell’azione successiva è Atanasijevic a ridare fiato ai bianconeri con tre attacchi imprendibili (22-20). Il gran punto di Della Lunga vale il 23-21, mentre dall’altra parte della rete il libero Farina assicura sempre un’ottima ricezione a Steuerwald. Petric porta i Block Devils al set point (24-22). Gavotto annulla il primo da seconda linea con Kovac che ferma il gioco con un timeout discrezionale (24-23). Randazzo manda in rete il servizio e regala il primo parziale alla Sir (25-23).

Si riparte all’insegna dell’equilibrio con Buti e Barone incisivi al centro (3-2). Ogurcak ed un attacco in rete di Petric mandano Vibo avanti di due lunghezze (5-7). Ci pensano subito Atanasijevic di potenza e Della Lunga di furbizia ad impattare (7-7). Vibo gioca bene e trova in Crer un ottimo finalizzatore (9-10). Lo ha anche la Sir, si chiama Atanasijevic che fa esplodere il palasport con una diagonale strettissima (11-10). L’errore successivo di Gavotto ferma il gioco per la sospensione obbligatoria (12-10). L’attacco di Randazzo viene giudicato out e Perugia scappa (15-11) con Blengini che prova la carta Villena. Proprio lo spagnolo firma due ace e riequilibra il set (16-15). Buti chiude la saracinesca sotto rete, Mitic piazza l’ace dai nove metri ed i bianconeri ripartono (20-16). Prosegue la serie di “Mito” con altri tre ace (24-16). L’errore del regista bianconero, applauditissimo, pone fine alla serie (24-17). È Cupkovic a chiudere la frazione (25-18).
Il terzo set vede Vibo molto combattiva. L’ace di Steuerwald sigla il primo vantaggio ospite (1-2). Le due squadre esprimono un bel gioco e la spettacolarità ne trae giovamento (6-6). Atanasijevic è una furia e fa spellare la mani al pubblico del PalaEvangelisti con un’altra diagonale strettissima da posto due (8-7). Gavotto risponde presente dall’altra parte della rete (9-9). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Petric è insuperabile a muro e blocca l’iniziativa di Ogurcak per il nuovo sorpasso Sir (11-10). Barone, uno degli ex di turno, mette a terra il primo tempo che vale il 14-13 Perugia. Gli ospiti non ci stanno e con Ogurcak operano il controsorpasso (14-15). Prove di fuga per Vibo sempre con Ogurcak (15-19). L’ennesimo ace della serata di Mitic accorcia (17-19) e Blengini, coach calabrese, ferma il gioco. I Block Devils mettono a terra con costanza il cambio palla e con l’ace di Buti si riportano a -1 (20-21). La tripletta di Petric (attacco, muro, attacco) vale il sorpasso (23-22). Atanasijevic regala il doppio match point in contrattacco (24-22). “Magnum” tira out dai nove metri (24-23). Timeout Vibo. Atanasijevic out da seconda linea. Si va ai vantaggi (24-24). Muro Steuerwald (24-25). Errore Vibo al servizio (25-25). Randazzo di forza (25-26). Atanasijevic! (26-26). Sempre “Magnum”! Di nuovo match point Perugia (27-26). Ogurcak e nuova parità (27-27). Out Forni in battuta (28-27). Ace Mitic! I Block Devils volano (29-27).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Magione, una serata da incubo: invasione di chironomidi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento