Voglia di riscatto subito per la Sir: "Massima concentrazione: con Ravenna non sarà facile..."

Conferenza stampa oggi al PalaBarton per il centrale bianconero a due giorni dal match casalingo contro Ravenna per la decima di Superlega

“Arriva una Ravenna che è cambiata tanto negli ultimi due anni rispetto a quando ci giocavo io, in realtà come squadra la conosco poco. Mi aspetto una partita dura contro un avversario che è in un buon periodo. Rischieranno il tutto per tutto per cercare di portare via più punti possibili e dovremo stare molto attenti". Voglia di riscatto ma allo stesso tempo massima concentrazione e senza strafare perchè come ha detto il centrale Fabio Ricci per la Sir Safety il prossimo incontro non sarà una passeggiata, ma una partita vera contro un avversario in fiducia.  

Ma come si sta preparando lo squadrone perugino? "Ci stiamo allenando pensando molto al nostro gioco, sappiamo che se facciamo le cose in un certo modo possiamo mettere in difficoltà qualsiasi avversario e vincere. Siamo pronti e vogliamo riscattarci”: ha spiegato Ricci che ha anche analizzato la prima sconfitta in campionato: “Con Monza abbiamo commesso un po’ troppe imprecisioni pur non giocando nel complesso male. Loro hanno fatto una buona partita senza dubbio, ma di certo c’è demerito nostro perché bastava limare qualche palla nei set persi ed il risultato sarebbe stato diverso. Ma non credo ci sia stata superficialità o stanchezza e poi non dimentichiamo che ogni squadra che viene da noi gioca al massimo per portarsi a casa punti. Una sconfitta salutare? Non credo molto alle sconfitte salutari, era sicuramente meglio vincere e prendersi due ulteriori punti anche considerando i risultati delle nostre dirette concorrenti. Ma ormai è andata”.

Con gran parte del girone d’andata alle spalle, è possibile per Ricci fare anche un piccolo bilancio finora della sua stagione. “Intanto sto abbastanza bene, sto recuperando da un piccolo problemino fisico (che lo ha tenuto ai box nell’ultimo turno, ndr). In generale posso dire che quest’anno, rispetto a quello passato, sto sicuramente giocando di più e per ora reputo il mio rendimento sufficiente perché posso fare meglio. La mia crescita personale? Non saprei dare una risposta certa in merito. Sicuramente giocare con continuità aiuta. Io cerco sempre di fare il massimo sperando di avere intrapreso la strada giusta”

Potrebbe interessarti

  • Alcol denaturato, un potente disinfettante per l'igiene domestica

  • Pancia gonfia, ecco le cause e i rimedi naturali

  • Spazzatura, come disinfettare i bidoni ed evitare il cattivo odore, specie d'estate

  • Peperoncino, tutti i pro e i contro di una spezia molto amata da tanti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale, cade dalle scale e muore a 26 anni

  • Sostiene un esame a Medicina e precipita dalle scale dell'Ospedale: muore a soli 26 anni

  • Tragedia in centro storico, ragazza di 28 anni trovata morta

  • Tragedia all'ospedale, studentessa universitaria cade dalle scale e muore

  • Umbria, sparatoria in pieno centro a Terni: carabiniere ferito

  • Investito sulla E45, il testimone: "Ho cercato di convincerlo a salire in auto, poi si è lanciato sulla strada"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento