Sir Safety Perugia acquista il centrale Aimone Alletti: è ufficiale

La Sir Safety Perugia Volley acquista il 24enne Aimone Alletti, dopo la grande stagione disputata a Segrate, completando così il reparto dei centrali della formazione bianconera

Ancora un acquisto, l’ennesimo di questo mercato estivo, per la Sir Safety Perugia. La società del presidente Sirci ufficializza l’arrivo a Perugia dei 207 cm di Aimone Alletti che va così a chiudere il reparto dei centrali con il confermato Tomassetti e con l’altro nuovo acquisto Semenzato.

 Il ventiquattrenne piacentino, Aimone Alletti, classe 1988, è l’ultimo colpo della società bianconera, elemento sul quale la società punta per il presente ed anche in ottica futura. E' lui il posto tre fortemente voluto anche dal tecnico Kovac che è rimasto incantato dalle qualità del ventiquattrenne nato a Codogno, ma piacentino doc.

È Aimone un giovane in costante progresso ed in rapida ascesa che in quattro stagioni di serie A2, due a Crema e due a Segrate, ha messo insieme la bellezza di 686 punti complessivi e soprattutto di 201 muri vincenti. In particolare i numeri parlano di una crescita costante, anno dopo anno, sintomo della voglia e della determinazione del prodotto del vivaio di Cuneo.

Determinazione che lo ha portato quest’anno dritto al sogno della serie A1. Con Alletti, la Sir si assicura un atleta fisicamente integro, fresco, entusiasta. E si assicura un giocatore forte a muro, in virtù di una buona lettura del gioco e di due braccia lunghissime, molto efficace in attacco di primo tempo e con un servizio in salto-flot che in A2 ha fatto venire i capelli bianchi a parecchi ricevitori. La Sir, fin dai primi passi del mercato, ha puntato forte sul ragazzo con la convinzione di portare al Pala Evangelisti uno dei prospetti più interessanti nel ruolo di centrale.

Un entusiasmo che ha contagiato Alletti: “Per me è un sogno che si avvera. Quando inizi a giocare a pallavolo il desiderio di tutti è quello di arrivare in A1 e farlo con una società che mi ha cercato tanto e che mi ha fatto capire che mi voleva fortemente è il massimo ed è stata la molla che mi ha convinto a venire alla Sir”.

Per Alletti, dopo la “gavetta” in A2, è arrivata l’ora di confrontarsi con i big: “Sono convinto di aver fatto finora la trafila giusta. Ho disputato quattro anni di A2, partendo dalla panchina per poi diventare titolare come negli ultimi due anni a Segrate, ed ora ho questa grande possibilità che mi concede Perugia sul palcoscenico migliore e più difficile del mondo. È una grande opportunità e, anche se ho finito la stagione da poco tempo, non vedo l’ora di iniziare e di venire a Perugia per vivere l’ambiente che mi pare di aver capito essere ottimale per chi gioca a pallavolo”.

Aimone sembra avere le idee molto chiare sulla Sir: “Sono onorato del fatto che Kovac abbia caldeggiato il mio arrivo. Quest’anno ho lottato contro la Sir e se ha vinto il campionato è perché, tra i tanti fattori, aveva un ottimo allenatore che al primo anno in Italia è stato subito capace di vincere. Poi ovviamente c’era una gran bella squadra ed un certo Vujevic…confesso che sono un po’ emozionato a pensare di poterci giocare insieme. La squadra che ha costruito la società mi piace davvero, è stata creata con logica. È un misto tra giovani che vogliono farsi vedere e persone più esperte come Vujevic e come Semenzato, da cui avrò tantissimo da apprendere. Credo che sarà un anno dove abbiamo tutto da guadagnare ed un trampolino di lancio per il futuro”.

E per Alletti che anno sarà?
“Credo che gli obiettivi della squadra siano gli stessi che ho io a livello personale ed anche per questo sono certo della scelta di Perugia. Devo meritarmi la serie A1 e dimostrare che non è un traguardo, ma un punto di partenza. Il mio allenatore nelle giovanili di Cuneo, Liano Petrelli, diceva che il difficile non è tanto arrivare in A1, ma rimanerci”.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Ponte Rio, scontro tra auto: grave un 30enne

Torna su
PerugiaToday è in caricamento