Volley Serie A, poker dei Block Devil: domata in quattro set il Latina

Ancora un capolavoro dei ragazzi del presidente Sirci che tirano fuori cuore e determinazione ed hanno la meglio sulla formazione pontina inanellando il quarto successo consecutivo

SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA-ANDREOLI LATINA 3-1
Parziali: 32-30, 25-22, 20-25, 25-11
Durata Parziali: 39, 29, 27, 21. Tot.: 1h 56’
SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA: Mitic 1, Atanasijevic 21, Semenzato 12, Buti 12, Petric 15, Vujevic 14, Giovi (libero), Cupkovic, Della Lunga 1, Paolucci 3, Della Corte 1. N.E.: Barone, Fanuli (libero). All. Kovac, vice all. Fontana.
ANDREOLI LATINA: Sottile 1, Starovic 10, Gitto 8, Verhees 8, Noda Blanco 14, Fragkos 8, Rossini (libero), Skrimov 6, Michalovic 5, Paris 1. N.E.: Candellaro, De Rocco, Tailli (libero). All. Santilli, vice all. Simoni.
Arbitri: Omero Satanassi - Gianni Bartolini
LE CIFRE – PERUGIA: 15 b.s., 6 ace, 59% ric. pos., 38% ric. prf., 44% att., 18 muri. LATINA: 15 b.s., 4 ace, 55% ric. pos., 38% ric. prf., 34% att., 11 muri.

La Sir Safety Banca di Mantignana Perugia cala il poker davanti ai duemila del PalaEvangelisti, supera l’Andreoli Latina in quattro set e continua a veleggiare solitaria al quarto posto in classifica.
Gara tutta cuore e determinazione quella dei Block Devils, ma fatta anche di grandi giocate soprattutto in fase break e di colpi d’autore come quelli messi a segno anche stasera da un fantastico Goran Vujevic. Attorno a “Lupo” una squadra davvero eccezionale. A partire da “Iron” Semenzato, mandato in campo da Kovac per Barone e granitico a muro (7 punti diretti), bel spalleggiato dal compagno di reparti Buti (4 block). Proprio a muro i padroni di casa hanno costruito la loro affermazione con 18 punti portati a casa nel fondamentale. 

Detto del solito contributo in fase offensiva garantito dalla premiata ditta Atanasijevic-Petric (36 punti in due) e di un Giovi a cui in questo periodo non cade una palla che sia una in difesa, decisivo è stato l’ingresso da metà del secondo set di Paolucci in regia per Mitic. “Monster”, atleta davvero affidabile nella rosa di Kovac, ha dato sicurezza ed equilibrio alla fase offensiva bianconera. Applauditissimo infine dal folto pubblico salito a Pian di Massiano l’ingresso nelle fasi finali del giovane Della Corte, subito azionato da Paolucci e subito a segno per il suo primo punto in serie A1.

Latina ha dimostrato di essere squadra assolutamente di livello, ma anche, come certifica la classifica, di avere qualche problematica soprattutto nei momenti caldi. Lo si è visto nel primo set, nel quale non è riuscita a sfruttare alcuni set point prima di cedere 32-30, e soprattutto nel secondo dove non ha capitalizzato un vantaggio anche di sei punti.

Grande entusiasmo dunque in casa Sir! La squadra continua nel suo, finora, splendido campionato, apprezzato dal lungo applauso finale riservato ai bianconeri dal PalaEvangelisti. PalaEvangelisti che vivrà anche l’ultima fatica ufficiale dei Block Devils nel 2013. Domenica prossima arriva a Perugia la scudettata Trento, due punti in più in classifica, per un confronto d’alta quota tutto da vivere. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I COMMENTI - Nemanja Petric (Sir Safety Banca di Mantignana Perugia): "Sapevamo che era dura stasera e così è stato, tranne nel quarto set. Abbiamo fatto nostre tutte le azioni lunghe e questo alla fine ha fatto la differenza. Sono tre punti importantissimi per la nostra classifica anche se dobbiamo sempre migliorare. Domenica prossima con Trento ci aspetta un match molto difficile, ma speriamo di far bene davanti ai nostri tifosi".
Matteo Paris (Andreoli Latina): "Purtroppo ora siamo questi. Ci costruiamo dei bei vantaggi, come anche stasera nel secondo set, poi all’improvviso si spegne la luce. Nel terzo set abbiamo reagito, ma poi nel quarto non ci siamo stati. Mi spiace per i nostri tifosi. Qual è il problema? Di testa. Non mi spiego come questa squadra possa essere ultima in classifica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Magione, una serata da incubo: invasione di chironomidi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento