Serie B, Perugia in crisi? Santopadre: "Stiamo uniti per uscire da questa situazione"

Attraverso un comunicato stampa il patron biancorosso lancia un appello ai tifosi:"Ricompattiamoci per salvare la stagione. Lo spogliatoio è unito. Adesso sta a noi"

Dopo la sconfitta contro il Venezia il presidente Massimiliano Santopadre ha laffidato il suo pensiero ad un comunicato stampa. Soprattutto ha richiamato all'unità il pubblico perugino che dopo gli ultimi risultati e la scelta di mister Breda non è sembrato più in sintonia con la società. Reazione inevitabile visto l'affetto che da sempre tutti hanno dimostrato al patron anche in caso di situazioni. La misura sembra essere colma ma il presidente chiede ancora un ultimo atto di attaccamento alla squadra. "Da quasi due mesi ogni volta che finisce la partita mi interrogo sul da farsi per cercare di capire gli errori fatti e di individuarli per porre fine ad un periodo assurdo e difficilissimo" si legge "Mi piacerebbe dire a tutte quelle persone che oggi non credono più in noi e che mi ritengono, giustamente, il primo responsabile di questa situazione che da sabato tutto questo cambierà, ma non posso farlo finche non riusciremo ad ottenere risultati sportivi soddisfacenti". 

Mea culpa. E come nella sua ultima conferenza stampa il patron ammette i propri errori. "Ho sbagliato e continuerò sicuramente a sbagliare ma una cosa è certa che questa città, questi tifosi e questa squadra quando sono uniti possono superare qualsiasi momento di difficoltà". 

Tutti uniti. Ed allora solo tutti insieme si potrà uscire da questa situazione complicatissima in cui si è infilato il Perugia affidandosi ai tifosi e soprattutto alla Curva Nord. "Il mio unico desiderio in questo momento è far capire a tutti che oggi non è importante continuare a ricercare a tutti i costi il colpevole di questa situazione ma è fondamentale rendersi conto che ad oggi essere divisi comporta gravi conseguenze sportive ed è per questo motivo che dobbiamo riunire le nostre forze per cercare noi società, squadra, tifosi e soprattutto Curva Nord di tirarci fuori da questa situazione il prima possibile sentendoci in questo momento tutti protagonisti assoluti di questa riuscita".  E poi prosegue :" Non ho mai pensato nemmeno per un attimo di abbandonare la nave in un momento di difficoltà, non ho mai lasciato indietro i miei amici o i miei dipendenti nel momento del bisogno e mai penserò che la gente lasci solo il Grifo". 

Nessun problema nello spogliatoio. In chiusura Santopadre invita tutti a non credere alle voci che insistono su un possibile spaccamento della squadra. Il gruppo c'è deve solo trovare la fiducia necessaria.E adesso pensiamo tutti al Carpi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • Tragedia nel bosco, muore cacciatore: inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento