Serie B Perugia-Pisa, Oddo in contropiede: "Dopo Empoli critiche assurde"

Alla vigilia del match di venerdì 4 ottobre (ore 21) al Curi, anticipo della settima giornata, il tecnico ha difeso la squadra e i singoli più criticati: "Il risultato del 'Castellani' è bugiardo e questo ha condizionato l'ambiente. Balic e Falcinelli importantissimi per noi"

Un Massimo Oddo orgoglioso quello che si è presentato in conferenza stampa alla vigilia di Perugia-Pisa in programma venerdì 4 ottobre al 'Curi' (ore 21), valida per la settima giornata di Serie B e millesima partita del Grifo nel campionato cadetto. Il tecnico ha difeso le sue scelte e i suoi ragazzi a cinque giorni di distanza dalla sconfitta di Empoli: “Quella partita è stata compromessa da due errori difensivi - ha detto - e per difensivi intendo di squadra. Per la prima volta siamo stati troppo lunghi, perché abbiamo avuto troppo timore dei loto attaccanti e questo ci ha portato a lavorare più su di loro che sulla palla. Sul primo gol ad esempio la difesa era troppo bassa e questo non deve succedere, perché se ci si allunga si corre di più. Dopo i primi due gol c'è stata la reazione della squadra che ha fatto una buonissima partita, giocando persino meglio dell'Empoli anche se siamo stati poco determinanti negli ultimi quindici metri e nel primo tempo ci è mancato il cinismo per riaprire la gara. Il risultato secondo me è bugiardo e questo ha condizionato tutto l'ambiente, è venuto a mancare l'equilibrio di cui avevo parlato a inizio stagione e ci sono stati giudizi troppo brutali. Abbiamo fatto degli errori e solo casualmente sono capitati contro una squadra forte come l'Empoli ma ci siamo fatti più male da soli e questo poteva capitare contro qualsiasi altra squadra. Squadra che vince non si cambia? Frasi fatte, tutte stronzate, cose assurde. Io cerco di mettere in campo sempre l'undici che mi consenta di stare il più possibile nella metà campo avversaria”.

Perugia-Pisa: le probabili formazioni e dove seguirla in diretta

BALIC RIMANDATO - Oddo poi ha difeso anche i singoli come Balic, tra i grifoni più criticati dopo il match del 'Castellani': “In questo momento non è quello che conosco io e ve lo posso assicurare. Lui è un altro giocatore, in questo momento sta avendo delle difficoltà anche se ero convinto del contrario prima della partita di Empoli dove è andato in difficoltà per una serie di motivi: un po' perché aveva giocato poco prima, un po' perché la Serie B non è la Serie A e bisogna mettere in campo anche più furore agonistico perché in questo campionato ti saltano addosso. Deve abituarsi alla categoria ma anche su di lui ho visto giudizi definitivi e secondo me non è giusto, è in difficoltà come altri giocatori in questo momento mentre altri stanno bene e ora toccherà a loro. Balic comunque è un giocatore importante e lo diventerà anche qui, come per questo Perugia è un calciatore troppo importante anche Falcinelli e un allenatore non può permettersi di perdere per strada giocatori così. Sulle mie scelte pesano tante considerazioni e dopo la partita è ovvio che qualche scelta diversa la farei”.

GLI AVVERSARI - Il discorso passa poi sul Pisa, finora sconfitto una sola volta come il Perugia e come il Grifo proprio da un Empoli che è andato a sbancare l'Arena Garibaldi' al 95': “Se tornerò al 4-3-2-1? A livello tattico la squadra deve essere brava a muoversi in campo adattandosi alla partita e ai suoi momenti, come contro il Frosinone dove abbiamo cambiato in corsa quattro moduli. Bisogna adattarsi ai punti di forza e ai punti deboli degli avversari. Il Pisa? Viaggia sulle ali dell'entusiasmo dopo il campionato vinto e l'ottimo avvio in B, è una squadra solida che ha giocato quasi sempre a cinque e lascia pochi spazi occupando bene il campo. Finora hanno messo in difficoltà squadre sulla carta più blasonate e dovremo avere rispetto: sarà una sfida tosta, simile a quella con la Juve Stabia e vediamo se siamo migliorati rispetto a quella gara”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • LA VIGNETTA di Giuseppe Pellegrini. Il Frecciarossa parte seconda: l'orario infernale!

  • Tragedia nel bosco, muore cacciatore: inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento