Serie B Perugia-Pisa 1-0, le pagelle: Di Chiara decisivo, Kouan mostruoso. E Vicario c'è

Il terzino regala un assist al bacio a Iemmello e sfiora il gol nella ripresa, quando Oddo indovina tutte le mosse e in mediana sale in cattedra il giovane ivoriano. Il portiere decisivo nel primo tempo con un doppio prodigio su Gucher e Marconi

Le pagelle del Perugia dopo la vittoria da mille e una notte ottenuta al Curi contro il Pisa (1-0) grazie al settimo gol in campionato di Iemmello, che regala così ai tifosi il momentaneo primato in classifica e la festa per le mille gare in B della squadra biancorossa.

VICARIO 6,5 Decisivo con un doppio prodigio al 23', quando prima respinge il velenoso destro di Gucher e poi sbarra la strada a Marconi che era scattato per il tap-in. Per il resto della gara nessun intervento particolarmente difficile, ma trasmette sicurezza sia nelle uscite che quando è chiamato a giocare coi piedi.

ROSI 6 Prestazione di sostanza per il capitano, che mette a servizio della squadra tutta la sua esperienza sia da terzino che da centrale di destra nella difesa a tre varata da Oddo nella ripresa, quando con un lancio millimetrico mette (vanamente) Di Chiara nelle condizioni di chiudere la partita. Nel finale alza bandiera bianca per un problema fisico (dal 41'st SGARBI SV In trincea nei caldissimi minuti finale, dà il suo contributo alla difesa di un 1-0 pesantissimo)

GYOMBER 6,5 Con Falasco al suo fianco mostra più sicurezza, forse meno gravato di responsabilità e libero di sprigionare la sua velocità e la sua aggressività contro un cliente scomodo come il bomber pisano Marconi, a cui mette la 'museruola' insieme al compagno così come fa con Masucci. Nella ripresa giganteggia al centro della difesa a tre, rischiando però di rovinare tutto con un retropassaggio da brividi nel finale.

FALASCO 6 Riportato tra i titolari come con il Frosinone anche stavolta non delude, guidando la difesa e sbarrando insieme a Gyopmber la strada ai due attaccanti toscani.

DI CHIARA 7 Prima mezzora con il freno a mano tirato, poi toglie la zavorra e fa male al Pisa: prima il cross per la testa di Iemmello (33') e poi lo scambio impreziosito con un colpo di tacco che porta 'Re Pietro' a colpire il palo prima del riposo (43').  Nella ripresa fa il quinto di sinistra e con una delle sue cavalcate si presenta tu per tu con Gori, che lo ipnotizza e gli sbarra la strada. Dopo l'uscita di Rosi chiude da capitano

FALZERANO 6,5 Solita grinta e soliti strappi, ma soprattutto un lavoro preziosissimo in una fase difensiva in cui è chiamato a fare il quinto di destra nel 3-5-2 in cui si cala alla perfezione poi nella ripresa.

KOAUN 7 Nel primo tempo si alterna con Carraro al centro della difesa e limita gli inserimenti, nella ripresa poi torna nel ruolo di mezzala pura e si prende la scena: un'infinità di palloni rubati, precisione nell'impostazione e 'raid' in area avversaria dove però né Melchiorri (con il quale non si era capito poco prima) né Iemmello lo servono quando era nelle condizioni di chiudere la partita. Cresce partita dopo partita e ora sembra aver imparato anche a frenare il suo impeto: da applausi.

CARRARO 6 Si riprende il posto che aveva lasciato a Balic in quel di Empoli e nel primo tempo si abbassa a turno con Koaun per iniziare l'azione, nella ripresa si riprende la cabina di regia e pur calando alla distanza dirige con ordine il traffico in mediana.

FERNANDES 6 Determinazione e vivacità, ma soffre fisicamente gli avversari e si accende solo a sprazzi. Fuori dopo un buono spunto a metà ripresa (dal 18' st MELCHIORRI 6 Si piazza vicino a Iemmello nel 3-5-2 con cui Oddo ridisegna il Grifo nella ripresa e in ripartenza prova a far male al Pisa, ma al 45' sbaglia scelta preferendo Iemmello marcato in area a un Koaun tutto solo a due passi dalla porta).

BUONAIUTO 6,5 Nell'avvio difficile è lui che prova a scuotere la squadra con i suo affondi e i suoi cross velenosi dalla sinistra, mettendoci anche grinta e gamba nei ripiegamenti. Sempre titolare nelle ultime gare, paga la stanchezza e viene sotituito nella ripresa quando Oddo decide di cambiare modulo (dal 27' st DRAGOMIR 6 Dà freschezza in mediana nella fase calda del match e nel recupero strappa applausi con uno splendido aggancio e un passaggio di esterno sinistro non sfruttato poi al meglio da Iemmello).

IEMMELLO 7 Isolato e avulso dal gioco nella prima mezzora, si accende quando protesta per una trattenuta in area di rigore e al 33' si fa trovare pronto per spingere di testa in rete sotto la Curva Nord il 'cioccolatino' di Di Chiara. È la scintilla che lo infiamma, perché subito dopo sfiora il palo in ripartenza e prima del riposo lo colpisce con un fantastico destro a giro. Nella ripresa si ritrova Melchiorri al suo fianco ed è un po' troppo egoista quando spreca un due contro uno cercando di andare al tiro invece di servire Koaun. Un peccato veniale per 'Re Pietro', che regala altri tre punti e la vetta momentanea al Grifo con il settimo gol che gli consente anche di agganciare il pisano Marconi al comando della classifica marcatori.

ALL. ODDO 7 Come nel match di Empoli cambia cinque titolari, ma torna al 4-3-2-1 con cui aveva pareggiato a La Spezia e strapazzato poi il Frosinone al Curi. Dopo una prima mezzora difficile il gol di Iemmello sblocca poi la squadra e lui nella ripresa vince la partita a scacchi con il tecnico nerazzurro D'Angelo, passando al 3-5-2 e indovinando tutte le mosse.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Dramma in via Canali, donna di 49 anni trovata morta in un parcheggio

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

  • Perde il controllo del ciclomotore e finisce a terra, muore a 43 anni

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento