Perugia-Livorno, Cosmi: "Il Curi deve tornare casa nostra. Mercato? Fidatevi di me..."

Dopo i ko di Napoli in Coppa Italia e di Verona col Chievo in campionato, il tecnico è pronto a un 'nuovo' debutto davanti alla propria gente: "Una partita difficile ma da vincere assolutamente. I rinforzi? Ho frenato io la società, arriveranno nelle ultime ore"

Dopo la sconfitta contro il Napoli al 'San Paolo' in Coppa Italia e quella sfortunata al 'Bentegodi' contro il Chievo in campionato, Serse Cosmi dopo quasi 16 anni è pronto a un 'nuovo' debutto al 'Curi' dove domani sera (lunedì 27 gennaio, ore 21) il Perugia ospiterà il Livorno ultimo della classe nel posticipo della 21ª giornata di campionato.  Un matche che il Grifo deve e vuole vincere per tornare in zona playoff...

Perugia-Livorno: le probabili formazioni

EMOZIONI - "Non sarà un ingresso normale e semplice - ha detto il tecnico di Ponte San Giovanni alla vigilia del match -. Sarò emozionato già durante il riscaldamento e poi al momento dell'ingresso in campo ma dovrò metabolizzare tutto in pochi secondi perché poi il mio pensiero andrà alla squadra e alla partita. La prima partita del Perugia cho visto fu al Santa Giulia nel 1968, poi continuai a seguire la squadra fino alla promozione in A e nel 1975 arrivò la prima partita al 'Curi' contro il Milan. Da allenatore poi ricordo che con la Juventus fui espulso e andai in Curva a vedere il resto della partita. Già arrivare ad allenare il Grifo venti anni (nell'era Gaucci guidò i biancorossi dal 2000 al 2004, ndr) fu il coronamento di un sogno, ora si è avverato anche il desiderio-sogno di tornare: sarà un momento bello della mia vita, non solo professionale, che voglio godermi fino in fondo. I posticipi serali di lunedì? Le televisioni, che intervengono a livello economico a sostegno dei club, vogliono così e tutto si del resto si evolve in base al denaro. Certo, affettivamente mi manca quel calcio in cui si giocava tutti allo stesso giorno e alla stessa ora e si facevano pochi calcoli. Io poi, che voglio fare la barba alla vigilia di ogni partita, ultimamente sono costretto a far aprire il barbiere anche di domenica o di lunedì".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Corsa, pianoforte e Shakespeare: così il 'soldatino' Falzerano ha conquistato Perugia

ANGELLA C'È - Dopo l'emergenza totale del 'Bentegodi' intanto, Cosmi ora recupera appieno pedine importanti come Angella e Kouan e riabbraccia anche Gyomber e Rosi che hanno scontato le rispettive squalifiche: "Angella è pienamente disponibile - ha spiegato il tecnico - il suo ingresso nel finale del match di Verona è stato un po’ una forzatura, anche se prima gara gli avevano chiesto la sua eventuale disponibilità in caso di bisogno. Parlo con lui tutti i giorni, viene da un infortunio particolare e ritrovare sensazioni in questi casi è persino più difficile di quanto accada con infortuni più gravi, ma è a posto e la condizione viene solo giocando. Il nuovo arrivato Benzar? Sta bene ma a Lecce ha giocato poco e ha avuto l’influenza due giorni fa. Carraro dietro? A Verona l'ho messo in difesa per necessità e lui ha interpretato bene il ruolo facendo un'ottima partita, ma ha 20 anni e si sente mediano. Andare contro le convinzioni di un giocatore può essere controproducente e ricordiamo comunque che in difesa tornano Angella e Gyomber". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

Torna su
PerugiaToday è in caricamento