Perugia-Cittadella 0-2, Oddo: "Mancata la fame, giornata da dimenticare"

Il tecnico biancorosso deluso dopo il ko al 'Curi': "Hanno corso più e meglio di noi, siamo stati surclassati e abbiamo sbagliato tutti compreso io. Questa è la B, che ci sia da lezione"

Una giornata da dimenticare per il Perugia, che dopo l'impresa di Crotone ha fallito un piccolo esame di maturità cedendo il passo sul prato del 'Curi' al Cittadella nella 12esima giornata di campionato. "Non ha funzionato nulla - ha detto dopo il match il tecnico perugino Massimo Oddo -. Mi aspettavo di più da tutti, dall’inizio alla fine. E anche da me stesso, sinceramente. Purtroppo è stata una giornata completamente no. Sconfitta strameritata, contro un avversario che ci ha surclassato sotto ogni punto di vista. A volte poi siamo troppo scolastici e dobbiamo migliorare dal punto di vista delle letture individuali. Abbiamo preso il primo gol lamentandoci con l'arbitro per capire se la palla era nostra o loro e già questo è inaccettabile, il secondo poi in contropiede è da pazzi perché il primo tempo era finito e potevamo andare al riposo sotto di un solo gol per poi provare a riprendere la partita nella ripresa. Nel secondo tempo ho provato ad alzare mezzale ed esterni (con una sorta di 3-1-4-2) ma ci è mancata velocità nella trasmissione della palla e abbiamo scelto troppi lanci contro una difesa schierata. Mi auguro che sia una di quelle battute d’arresto che possono capitare. Sono stati più bravi gli altri, impacchettiamo e andiamo a casa. Che sia di lezione per il futuro”.

Angella ko, il Grifo guarda agli svincolati: da Andreolli a Silvestre, ecco i possibili obiettivi

GIORNATA NO - Decisiva a favore del Cittadella, secondo Oddo, è stata la fame: “Come volevasi dimostrare non conta chi hai davanti ma ciò che metti in campo. Probabilmente ho sbagliato anche io qualcosa, abbiamo perso tutti i duelli individuali e loro hanno corso molto più e meglio di noi e quindi è arrivata una sconfitta. In questo campionato contano molto di più la fame, l’agonismo e l'aspetto mentale rispetto ad altre cose. In campo bisogna correre e non posso vedere gente che cammina. Falcinelli? Ha dato tantissimo, quantomeno ha corso e si è impegnato come Balic nel marasma della partita mentre Carraro l'ho tolto perché l'ho visto un po' più in difficoltà”. Il tecnico del Grifo comunque non fa drammi dopo questa battuta d'arresto che ha fatto perdere ai suoi il secondo posto in classifica: "Personalmente non mi intacca, come non l’aveva fatto la vittoria di Crotone. La Serie B è questa e ogni partita ha le sue difficoltà”.

SERVE UN RINFORZO - Oddo parla poi di mercato, mentre la società sonda il mercato degli svincolati per sostituire l'infortunato Angella e aiutare il tecnico ad affrontare l'emergenza in difesa: "La situazione è sotto gli occhi di tutti, dietro siamo in difficoltà e contati e anche chi c'è ha problemi fisici. La società lo sa e sta lavorando per questo anche se non è facile perché non si può prendere qualcuno tanto per prenderlo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Volley, il centrale della Sir Safety operato all'ospedale di Perugia: il bollettino medico

Torna su
PerugiaToday è in caricamento