Serie B - MIster Nesta aspettando Venezia:"Troppa negatività. Serve fiducia intorno alla squadra... è mancato solo il risultato"

Dopo il ko interno contro il Cosenza e l'impegno di mercoledì contro il Venezia la parola passa ad Alessandro Nesta che difende la squadra:"Troppo fango dopo un risultato negativo. La squadra ha fatto sempre bene"

Dopo la prestazione anonima contro il Carpi terminata con una vittoria e quella altrettanto inguardabile contro il Cosenza che ha dato vita invece ad una sconfitta pesante per il Perugia è tempo di guardare avanti. In programma, infatti, c'è subito l'impegno esterno di mercoledì contro il Venezia nel quale per i grifoni, in un momento così delicato della stagione, sarà impossibile sbagliare. E forse da parte del pubblico ci vorrebbe più attaccamento e maggiore fiducia. Che è quello che chiede il tecnico Nesta un po' contrariato da quanto percepisce nell'ambiente. "Sento troppa pressione e non capisco le critiche che vengono fatte alla squadra" ha detto "Abbiamo fatto un'annata, almeno fin qui, positiva perchè siamo ad un punto dai play-off con una partita in meno"

Basta.Insomma Nesta difende la squadra a spada tratta. Serve calma e voglia di andare avanti tutti insieme perchè il campionato è ancora lungo, la classifica tutto sommato è buona e la squadra è pronta a far bene. "Siamo partiti da zero questa estate ed i rischi sarebbero potuti essere altissimi. Invece la squadra ha sempre dimostrato di esserci e di saper e voler lavorare. Non capisco davvero questo buttare fango dopo una sconfitta. Quando sono arrivato lo scorso anno ho trovato una squadra che non vedeva l'ora di andare in vacanza mentre questo gruppo è responsabile e sa quello che deve fare. Staimo tranquilli ed i conti li faremo alla fine".

Sabato. Allora prima di pensare al Venezia il tecnico torna indietro e parla del Cosenza. Gara giudicata da tutti disastrosa. "Non è stata una partita toalmente negativa. Abbiamo sofferto pochissimo le situazioni di pressione e ci mancavano molti ragazzi. Non cerco comunque alibi o scuse. Potevamo fare meglio e non lo abbiamo fatto. Punto. Rivendendo la partita penso che avremmo anche potuto vincerla" ha proseguito. 

Formazione. A proposito di assenti mancheranno ancora Kingsley, El Yamiq e Falasco a cui si è aggiunto Cremonesi dopo l'infortunio riportato durante la gara di sabato. Il difensore sembrerebbe averne per almeno due settimane. Non solo assenti però perchè torneranno dopo la squalifica anche Dragomir e Verre. "In difesa avremo ancora molte mancanze ma cercheremo una soluzione adeguata. Rosi? L'ho visto un po' stanco e le sue condizioni sono da valutare attentamente. Il modulo resterà lo stesso, almeno all'inizio. Avere un piano B significa saper cambiare in corsa se la partita lo richiede e noi abbiamo diverse possibilità da mettere in pratica". 

Attaccanti. Nelle ultime gare il reparto avanzato biancorosso è sembrato un po' spento ed incapace di mettere qualcosa in più negli ultimi metri, quelli cruciali. Cambierà qualcosa? "Le prestazioni determinano le scelte ed è chiaro che vale anche in questo reparto. Siamo stati poco brillanti. Vedremo se ci saranno cambi".

Venezia. Di certo per iul Perugia il campo dello stadio "Penzo" non evoca bellissimi pensieri. Lo scorso anno si svolse li la prima partita dei play-off ed il Grifo tornò a casa con una sconfitta incredibile. Questa volte non ci sarà la corsa alla promozione in palio ma comunque punti importanti. "I nostri avversari arrivano da una brutta partita nella quale hanno perso negli ultimi minuti. In più anche la classifica non è bella. Avranno moltissime pressioni esattamente come noi. Per cui mi aspetto una gara molto dura" ha concluso Nesta. 

Guarda lo sport live e on-demand su DAZN
Comincia il tuo mese GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • Alcol denaturato, un potente disinfettante per l'igiene domestica

  • Spazzatura, come disinfettare i bidoni ed evitare il cattivo odore, specie d'estate

  • Peperoncino, tutti i pro e i contro di una spezia molto amata da tanti

  • Mai in frigorifero: i cibi che si conservano altrove

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale, cade dalle scale e muore a 26 anni

  • Tragedia in centro storico, ragazza di 28 anni trovata morta

  • Tragedia all'ospedale, studentessa universitaria cade dalle scale e muore

  • Sostiene un esame a Medicina e precipita dalle scale dell'Ospedale: muore a soli 26 anni

  • Investito sulla E45, il testimone: "Ho cercato di convincerlo a salire in auto, poi si è lanciato sulla strada"

  • A piedi sulla E45, travolto e ucciso da un'automobile

Torna su
PerugiaToday è in caricamento