Serie B, calciomercato Perugia: Balic nel segno di Rapajc, Falcinelli in quello di Curi...

Il croato si presenta: “Sono un regista ma posso giocare anche mezzala e trequartista. Ho studiato il Grifo di Milan”. 'Dieguito' intanto riceve l'abbraccio dei tifosi a Pian di Massiano e sceglie la maglia con il numero 8 dell'indimenticato ex grifone

Un caloroso benvenuto al nuovo arrivato e tanti abbracci per festeggiare il ritorno a casa di un grande ex. Il giorno dopo la chiusura del calciomercato gli occhi e le attenzioni dei tifosi sono tutte per Andrija Balic e per Diego Falcinelli, accolto da re prima dell'allenamento a cui ha preso parte anche il 19enne Hans Nicolussi Caviglia, arrivato in prestito dalla Juventus e accompagnato per l'occasione del dirigente folignate dei bianconeri Federico Cherubini.

VIDEO Perugia, applausi e selfie per il primo allenamento di Falcinelli

'DIEGUITO' - Abbracci, selfie e incoraggiamenti per il bomber perugino tornato in biancorosso grazie a una sensazionale operazione portata avanti dal presidente Massimiliano Santopadre e dal direttore tecnico Roberto Goretti che ne hanno ottenuto il prestito dal Bologna scatenando l'entusiasmo di una piazza già al settimo cielo dopo le prime 4 vittorie in altrettante partite (2 di Coppa Italia e 2 di campionato). Falcinelli, perugino e tifoso del Grifo, non si è sottratto all'affetto del popolo biancorosso nel giorno del suo primo allenamento confidando a chi era presente anche il numero di maglia che indosserà in questa stagione: l'8. Un numero speciale qui a Perugia, un omaggio a quel Renato Curi a cui è intitolato lo stadio e che di questa squadra resterà per sempre il simbolo più importante.

BALIC - Prima dell'allenamento intanto si è presentato alla piazza il 22enne Andrija Balic, che il tecnico Massimo Oddo ha già allenato all'Udinese e ha voluto fortemente caldeggiandone il prestito. “Conosco il mister e sono felice di arrivare qui, in una città bellissima e in una piazza con una grande tifoseria. Quando ho saputo dell'interesse del Perugia sono andato a cercare su internet i gol segnati in biancorosso dal mio connazionale Milan Rapajc”. Reduce da una stagione vissuta in Olanda con la maglia del Fortuna Sittard, ora è pronto a riprendersi l'Italia: “Perché non sono stato preso in considerazione da Tudor per l'Udinese? Ci sarebbe da parlare un giorno... Ora però sono a Perugia e voglio solo allenarmi e giocare. L'anno scorso ho avuto un infortunio al ginocchio e poi un problema al quadricipite ma in Olanda ho recuperato e ho giocato una quindicina di partite, come poi questa estate ho svolto tutta la preparazione (con i friulani, ndr) giocando anche 4-5 match. Ora sono al 100%”. Poi spiega quali sono le sue caratteristiche: “Mi piace giocare da regista come ho fatto con Oddo a Udine, mentre dopo il suo addio ho giocato anche da mezzala e da trequartista. La posizione non è un problema”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando il bucato non profuma: lavare e igienizzare la lavatrice

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Tragedia a Perugia, precipita dal palazzo e muore: sul posto la polizia

  • SPECIALE LAVORO Settembre in Umbria: posti per nuovo supermercato, impiegati, operai, addette alle pulizie

  • Le aziende che assumono. La perugina Barton cerca nuovi agenti: ecco come candidarsi

  • Sbanda e finisce fuori strada con l'auto: Marcello muore a 53 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento