Serie A1 femminile: non ci sono i soldi per Despar, il Perugia del volley si ritira

Dopo la triste vicenda della squadra di calcio, i tifosi biancorossi dovranno sopportare un'altra dura mazzata. Il Perugia del volley non si iscrive al prossimo campionato

La Despar Volley Perugia con una lettera inviata agli organi di stampa del proprio Presidente, Alfonso Orabona comunica ufficialmente che la squadra non potrà iscriversi al campionato di A1 femminile per la stagione 2011-2012. Ricordiamo che la squadra, solo nell'ultimo decennio, ha regalato alla città 4 scudetti, cinque Coppe Italia e due Champions League.

La rappresentanza perugina sparirà dal panorama della pallavolo nazionale non potendo corrispondere entro le 12 di oggi ai 200 mila euro per la copertura delle obbligazioni utili per l'iscrizione al campionato. Dopo 40 anni di attività, la mitica Despar di Perugia sparirà nell'indifferenza delle istituzioni politiche e sportive, nonchè del mondo imprenditoriale locale.

Con la migrazione dell'Rpa a San Giustino la grande pallavolo sparisce dal palcoscenico perugino e la città non avrà una squadra nella serie A1 femminile per la rinuncia della società Sirio all'iscrizione alla regular season 2011/2012.

Potrebbe interessarti

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • Crampi, come affrontarli e prevenirli

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Caos graduatorie, il ministero dell'Istruzione: "Problemi solo per la Primaria, per la Secondaria ruoli assegnati"

  • Perugia, tragedia lungo la strada: inutili i soccorsi, muore a 48 anni

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Magione, incidente stradale tra tre auto a Montebuono: due feriti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento