SERIE A RUGBY - Cus Barton Perugia - L'Aquila 21 a 22. Perugini senza l'affondo giusto, un punticino per muove la classifica

Biancorossi non riescono nell'impresa di battere la blasonata L'Aquila, squadra affrontata domenica pomeriggio sul campo casalingo di Pian di Massiano nella partita valida per la quarta giornata del campionato nazionale di rugby di serie A maschile, girone 4

Barton Cus Perugia - L'Aquila Rugby 21-22 (7-12 dpt)

Barton Cus Perugia: Sportolari, Bigarini, Masilla, Franzoni, Milizia, Micheli, Gioè, Fadanelli, Scaloni, Zualdi (33'st Bellezza E.), Mazzanti, De Lorenzi, Perugini (35' pt Pettirossi) Alunni Cardinali, Gatti. A disp.: Tesorini, Cecchetti, Milizia, Bellezza M., Khayari, Battistacci. All.: Stefano Bordon.
L'Aquila Rugby: Palmisano (16' st Ciofani), Sansone, Speranza (33' st Angelozzi P.), Angelini, Rettagliata, Cialente, Carnicelli, Basha, Fusco, Ponzi, Vaschi, Cerasoli, Rossi, Rettagliata, Barducci. A disp.: Tinari, Troiani, Ciaglia, Pupi, Angelozzi G. All.: Vincenzo Troiani
Marcatori - Pt: 2' m De Lorenzi tr Micheli (7-0); 6' m Fusco (7-5); 30' m. Carnicelli tr. Cialente (7-12). St: 3' mischia (7-17), 8' Rettagliata (7-22), 24' m Mazzanti tr. Masilla (14-22), 35' m Masilla tr Masilla (21-22)
Arbitro: Riccardo Angelucci (LI)
Cartellini: 34'pt giallo Fadanelli (Pg)
Note: giornata nuvolosa ma clima mite. Circa 200 spettatori presenti.
Punti conquistati in classifica: Perugia 1 - L'Aquila 5
Man of the match: Mazzanti (Pg)
 
PERUGIA - La Barton Cus Perugia ci prova fino alla fine ma conquista solo un punto per la classifica. Il capitano Federico Masilla realizza la terza meta perugina, al 35' del secondo tempo, trasformandola e portando il punteggio sul 21-22 ma poi nulla più. I biancorossi non riescono nell'impresa di battere la blasonata L'Aquila, squadra affrontata domenica pomeriggio sul campo casalingo di Pian di Massiano nella partita valida per la quarta giornata del campionato nazionale di rugby di serie A maschile, girone 4. Perugia parte carico andando subito in meta con De Lorenzi e con Micheli che trasforma ma poi, fino al 24' della ripresa (meta Mazzanti), non riesce più a realizzare un punto. La compagine avversaria al contrario mette a segno 4 mete e riporta a casa anche il punto di bonus. Nel complesso è stato un incontro combattuto anche se entrambe le squadre hanno commesso alcuni errori.

Bene in campo Lorenzo Mazzanti che al termine del match dichiara: "E' stata una partita molto dura, combattuta fino all'ultimo minuto. Abbiamo affrontato una squadra molto preparata ed ordinata in campo. Alla fine abbiamo perso per errori nostri, senza nulla togliere a loro. I nostri avversari sono una grande squadra ma noi possiamo crescere molto". Anche coach Stefano Bordon afferma: "Abbiamo avuto dei black out che abbiamo pagato cari. Oggi affrontavamo una squadra con più di esperienza, che ha dei giocatori un po' più di qualità, che gestiscono meglio il gioco. Anche noi siamo riusciti a gestire un po' meglio la partita. Abbiamo cominciato bene, eravamo caricati. Poi loro sono usciti. Hanno realizzato delle belle mete costruendo delle buoni azioni di gioco. Nel secondo tempo pensavo che la squadra riscendesse in campo un po' più concentrata ed invece abbiamo subito un'altra meta su di un calcio stoppato. I nostri avversari si sono dimostrati essere molto organizzati sulla linea difensiva. Alla fine con i cambi e con il fatto che stiamo bene fisicamente abbiamo cercato di recuperare ma non c'è stato il tempo sufficiente per vincere. L'unica cosa positiva è che abbiamo conquistato un punto ma per come abbiamo giocato L'Aquila meritava di vincere". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bilancio piuttosto positivo anche per il presidente Alessio Fioroni: "Tutto sommato è stata una bella partita. L'Aquila è una bella squadra sotto, centimetri, chilogrammi e tecnica. Hanno giocato meglio ed meritato. Il Perugia, dal canto suo, non ha sfigurato, è partito bene, andando in vantaggio, poi dopo una mezz'ora si è disunito, qualche errore di troppo ha fatto il resto. Meglio gli ultimi venti minuti del secondo tempo. Mi sono piaciuti i giovani nostri. Molto bene Lorenzo Pablo Mazzanti, ha talento, coraggio e può ancora crescere, vista l'età".
Gli altri risultati: Benevento - Prato Sesto 24-18, Primavera - Gran Sasso 22-5.
Classifica: Benevento, Prato Sesto e Primavera 11 punti; Perugia e L'Aquila 10; Gran Sasso 5.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento